A Magione, l’arancio ed il rosa sono i colori predominanti del fine settimana al Porsche Village. Maurizio Monforte ha scelto il centro umbro come … "viaggio di nozze". Il driver milanese, infatti, si è sposato a Taormina il giovedì precedente le prove, mentre Emanuele Moncini immediatamente dopo le qualifiche di ieri è tornato a casa per assistere alla nascita della figlia non potendo, chiaramente, partecipare alle gare. Ai box un cartello sulla sua auto riportava “causa puerpera cercasi pilota disperatamente” …
Tornando all'agonismo vero e proprio, le prove hanno detto che Andrea Boldrini è al momento il più “in palla” della Carrera Cup Italia, ma sul corto circuito di Magione hanno avuto la possibilità di mettersi in evidenza quei piloti che sono stati capaci di sfruttare la dotazione di gomme. Paradossalmente, quanti non hanno potuto prendere parte a gara 2 di Misano, si sono trovati a disporre di gomme “più fresche” per le prove libere di Magione, consentendogli di “assettare” al meglio le vetture.

Cronaca Gara 1: La prima curva, la prima staccata, i primi contatti, e la gara ad inaugurare la giornata sportiva all’Autodromo dell’Umbria screma e seleziona lo schieramento della Carrera Cup Italia. Il leader di campionato, Boldrini, si conferma tale anche sul tracciato di casa e, scattando dalla “pole”, si mette in testa al plotone imponendosi indisturbato. L’umbro del Centro Porsche Padova vince, sorprendendosi, come dice lui sul podio “Come ho detto ieri, mi sto stupendo di questi risultati. Solitamente non riesco ad impormi davanti al mio pubblico”. Sarà, ma è stato bravo Boldrini, ma non più rapido di Massimo Monti, grande secondo assoluto alle sue spalle. Il romagnolo ha portato in alto la 911 GT3 Cup del Centro Porsche Bologna, perdendo al via l’iniziale seconda piazza, ma rimontando sospinto da una serie di tornate record al ritmo da qualifica: suo il miglior giro in 1’12”958 alla media oraria di 123, 7 chilometri orari. E’ un confortante terzo gradino del podio quello conquistato da Andrea Sonvico, a cui va senz’altro ascritta la più bella partenza della stagione. Autoritario, preciso e…intelligente, il comasco del Centro Porsche Bergamo si è inserito alla “Merzario” nello stretto “pertugio” tra Boldrini e Monti, mettendosi quindi dietro agli scarichi del futuro vincitore sino alla diciannovesima tornata. Quarto e quinto all’arrivo il tandem della Ebimotors Porsche Haus, con Andrea Delorenzi avanti a Massimiliano Fantini, a seguito dei “problemi” patiti da Stefano Comandini del Centro Porsche Roma, out dopo il via per contatto con Cedric Sbirrazzuoli, e con uno sfortunato Gianluca De Lorenzi indotto al testacoda e ritiro per rottura. Due gli “Stop&Go” assegnati dalla Direzione Gara; a Cedric Sbirrazzuoli e ad Angelo Lancelotti.

Classifica Gara 1: 1. Boldrini (Centro Porsche Padova) 23 giri in 29’41”768
2. Monti (Centro Porsche Bologna) a 1”905
3. Sonvico (Centro Porsche Bergamo) a 4”494
4. A. Delorenzi (Ebimotors Porsche Haus) a 6”158
5. Fantini (Ebimotors Porsche-Haus) a 12”047
6. Di Fant (Centro Porsche Padova) a 16”096
7. Passuti (Centro Porsche Bologna) a 24”282
8. Gulinelli (Centro Porsche Brescia) a 29”571
9. Blieninger (Pole Team) a 30”741
10. “Jolly” (Erre Esse Centro Porsche Torino) a 34”767

Cronaca Gara 2: Boldrini “campione di mezzo” della Carrera Cup Italia. L’umbro non concede sconti ad alcuno e si auto proclama padrone della serie riservata alle 911 GT3 Cup aggiudicandosi anche gara due a Magione, E quando il campionato effettua il giro di boa del calendario, Andrea Boldrini fa doppietta per la seconda volta nella stagione ed è sempre più solo in testa al campionato. Il portacolori del Centro Porsche Padova ha segnato la Pole Position, è partito davanti a tutti ha allungato una prima volta, non è stato impensierito neppure alla ripartenza al tredicesimo giro, dopo il rientro della Safety Car, quindi ha vinto facendo segnare il giro più veloce a completare un fine settimana vissuto alla grande. E questa volta Andrea Sonvico non manca il risultato. Sempre veloce, sempre deciso ma non irruente il ventenne comasco migliora ulteriormente lo score piazzandosi secondo con la vettura del Centro Porsche Bergamo commettendo, forse, un solo errore: “Probabilmente non sarei riuscito a prendere Boldrini. Ha un passo in più ma ho creduto possibile l’aggancio alla ripartenza. Ho cercato di tenere in temperatura gli pneumatici nel regime di neutralizzazione della Safety, ma non è stato sufficiente”. Terzo ha tagliato il traguardo Massimo Monti, che con questo secondo risultato a podio si segnala come il pilota più efficace del week end, un brutto cliente per tutti con la 911 GT3 Cup del Centro Porsche Bologna. Si tiene fuori dai guai ed agguanta tenacemente la quarta piazza Stefano Comandini del Centro Porsche Roma. Mentre è un quinto assoluto di fiducia per Andrea Delorenzi, portacolori della Ebimotors Porsche Haus, risultato sul quale avrebbe messo la firma dopo l’esito delle prove. L’ottavo round della serie monomarca di Porsche Italia, gara due di Magione, è si stata più tranquilla rispetto la precedente del mattino: alla prima staccata passano quasi indenni i ventidue piloti, è però la seconda curva “della Torre” teatro di una collisione tra i compagni di squadra del Centro Porsche Brescia, Lancelotti e Gulinelli, con il secondo ad aver la peggio coinvolgendo nel “valzer” anche il torinese Gatta del Centro Porsche Torino. Tra i più positivi di gara due si segnalano anche Andrea Ceccato, sesto con la vettura della Ebimotors Porsche Haus, Christian Passuti, settimo con quella del Centro Porsche Bologna, ottavo “Jolly” con la 911 GT3 Cup della Erre Esse Centro Porsche Torino, dopo essere partito dalla sedicesima piazza sulla griglia, nono Fabio Villa del Centro Porsche Varese, e decimo uno sfinito Massimo Fantini perdendo la sesta posizione per un testacoda all’ultimo giro con la Porsche della Ebimotors Porsche Haus.

Classifica Gara 2:
1. Boldrini (Centro Porsche Padova) 23 giri in 30’26”645
2. Sonvico (Centro Porsche Bergamo) a 1”791
3. Monti (Centro Porsche Bologna) a 3”307
4. Comandini (Centro Porsche Roma) a 4”343
5. A. Delorenzi (Ebimotors Porsche-Haus) a 5”025
6. Ceccato (Ebimotors Porsche Haus) a 6”627
7. Passuti (Centro Porsche Bologna) a 6”937
8. “Jolly” (Erre Esse Centro Porsche Torino) a 6”108
9. Villa (Centro Porsche Varese) a 13”564
10. Fantini (Ebimotors Porsche Haus) a 14”175

Classifica Campionato
1. Boldrini punti 130
2. A. Delorenzi 78
3. Comandini 77
4. G. De Lorenzi 61
5. Lancelotti 53

Nella foto, lo start di Magione


Stop&Go Communcation

A Magione, l’arancio ed il rosa sono i colori predominanti del fine settimana al Porsche Village. Maurizio Monforte ha scelto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/carrera_cup_italia_2007_magione_start00001.jpg Carrera Cup: Magione – Gare, Boldrini solito leader