Alto tasso di adrenalina nella Qualifying Race del FIA GT1 a Zolder, in cui l’asfalto umido ha giocato ancora un ruolo chiave. A vincere sono stati Yelmer Buurman e Michael Bartels, autori di una splendida prova al volante della BMW Z4, al primo centro sul palcoscenico iridato dopo i risultati di spessore già ottenuti nella Blancpain Endurance Series.

Partito sesto sulla griglia, Buurman ha consegnato la vettura al compagno di squadra in quarta piazza. Il tedesco è definitivamente passato al comando a causa dei problemi all’acceleratore della Mercedes del leader Markus Winkelhock, che a quattro giri dalla fine ha dovuto iniziare a cedere terreno fino a chiudere con un’amara sesta posizione.

Bartels ha però dovuto resistere fino alla fine alla pressione dell’altra Mercedes, quella guidata da Thomas Jager (in coppia con Nicky Pastorelli), che nonostante un ottimo passo nelle fasi precedenti non è riuscito a trovare il guizzo vincente per aggiudicarsi il successo, complice la natura tortuosa del circuito belga e il poco grip fuori traiettoria.

Per il pilota e proprietario del team Vita4One, campione 2010 con la Maserati e Andrea Bertolini, è il ritorno sulla cima del podio. Il terzo gradino, invece, è andato nelle mani di Matt Halliday e Mike Parisy con la Porsche del Muhlner Motorsport, riscattandosi dalla delusione per la pole position persa per una penalità post-qualifiche.

Alle loro spalle, grande rimonta di Stef Dusseldorp e Frederic Makowiecki, 4° con la McLaren dopo un avvio di weekend da dimenticare. Seguono Mayr-Melnhof/Lauda e i già citati Winkelhock/Basseng, mentre Ide/Castellacci chiudono 7° con una Ferrari poco brillante.

Peter Kox nei giri iniziali aveva preso le redini del gruppo scavalcando al via il poleman Oliver Jarvis: l’olandese della Lamborghini ha poi dovuto scontare un drive-through per aver effettuato il sorpasso prima della linea di partenza, anche se il rivale ha dato l’impressione di rallentare un po’ troppo.

Disastro per le Audi. Quando l’asfalto era sufficientemente asciutto per scegliere le slick in occasione dei pit-stop, il team WRT ha montato su entrambe le R8 un altro set di gomme da bagnato, forse per incomprensioni via radio. Frank Stippler e Laurens Vanthoor, da potenziali contendenti alla vittoria, sono precipitati fuori dalla zona punti dovendo effettuare una sosta ai box aggiuntiva e rimediare all’errore del muretto.

Appuntamento a domani per la Championship Race.

Classifica

01. Bartels/Buurman – BMW – 36 giri
02. Jager/Pastorelli – Mercedes – +0.567
03. Halliday/Parisy – Porsche – +20.578
04. Makowiecki/Dusseldorp – McLaren – +21.119
05. Mayr-Melnhof/Lauda – BMW – +21.462
06. Winkelhock/Basseng – Mercedes – +25.785
07. Ide/Castellacci – Ferrari – +41.336
08. O’Young/Kox – Lamborghini – +49.829
09. Martin/Vasiliev – Aston Martin – +1:03.752
10. Demoustier/Parente – McLaren – +1:09.961
11. Stippler/Jarvis – Audi – +1:10.255
12. Vanthoor/Ortelli – Audi – +1:39.328
13. Vilander/Salaquarda – Ferrari – a 1 giro

Ritirati

14. Zuber/Afanasiev – Aston Martin – 18 giri
15. von Thurn und Taxis/Enge – Lamborghini – 9 giri
16. Lariche/Wei – Porsche – 7 giri


Stop&Go Communcation

Alto tasso di adrenalina nella Qualifying Race del FIA GT1 a Zolder, in cui l’asfalto umido ha giocato ancora un […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/fiagt1-210412-03.jpg Zolder, Gara 1: Vittoria e spettacolo per Bartels/Buurman