Ancora una volta gli Stati Uniti si confermano essere il territorio dove non manca lo spettacolo. Così è stato anche per le tre gare del Trofeo Maserati che hanno offerto spunti molto interessanti, soprattutto nella gara endurance.

Protagonisti attesi, che hanno confermato il pronostico, e protagonisti inattesi che hanno invece sovvertito le previsioni. Nel primo caso, il protagonista atteso era Renaud Kuppens. Il pilota belga, fresco del titolo europeo, ha dato prova di non mentire quando dichiarava che Sonoma rappresentava la sua pista preferita.

Dalla prima sessione di prove libere alla bandiera a scacchi di gara 2, Kuppens non ha avuto infatti rivali. In gara 3, invece, ha dovuto lasciare via libera al protagonista inatteso, Ange Barde. Non che il francese non venga inserito nel novero dei favoriti, ma l’andamento del campionato lasciava intravvedere una possibilità più concreta di successo per Mikkel Mac.

Invece, dal polveroso tracciato californiano, è uscito vincitore proprio Barde. Un trionfo conquistato grazie all’esperienza ed alla prontezza di reazione. Ha avuto un’unica possibilità per vincere, e l’ha sfruttata al meglio, quando Ragazzi, autore di una prova magistrale tanto quanto il compagno Simoni, ha commesso una piccola sbavatura all’ultima curva, prima che la safety car ponesse virtualmente fine alla gara.


Stop&Go Communcation

Ancora una volta gli Stati Uniti si confermano essere il territorio dove non manca lo spettacolo. Così è stato anche […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/Maserati-Trofeo-MC-World-Series_Sonoma_2013.jpg Trofeo Maserati – Sonoma: Kuppens e Barde danno spettacolo