La Targa Tricolore Porsche 2011 sbarca il prossimo fine settimana dell’8 e 9 ottobre sul circuito di Adria con uno straordinario equilibrio nelle lotte per gli 8 titoli previsti dal regolamento. Nella serie organizzata da Italia Motorsport-Porsche Club Italia in collaborazione con la Pirelli, fornitore ufficiale del Campionato del Mondo di Formula 1, sono ben 4 le classi dove il distacco fra i contendenti è inferiore a 3 punti, salgono a 7 quelle in cui i capoclassifica vantano soltanto 10 lunghezze. Quando mancano 2 gare al termine, lo spettacolo è garantito e viste le caratteristiche del tracciato rodigino ogni risultato è aperto a qualsiasi sorpresa. La novità del penultimo appuntamento è la decisione degli organizzatori di dividere in 2 raggruppamenti le 5 classi del Trofeo GT Open Cup. Uno degli schieramenti sarà riservato alle GT4 e Cayman Cup, mentre il secondo vedrà al via le GT1, GT2 e GT3. Sono 48 le Porsche, per 70 piloti, iscritte alla Targa Tricolore, da sommare alle 46 vetture della Formula Club per un totale di 116 presenze.
 
Con ancora 44 punti da assegnare i Trofei della Targa Tricolore approdano sul circuito rodigino con un sostanziale bilanciamento delle forze in pista soprattutto della GT3 Cup. Con la seconda posizione ottenuta nell’ultima gara del Mugello, Angelo Rogari (AB. Racing) ha incrementato il suo vantaggio a 16 punti sul diretto inseguitore Stefano Pezzucchi (Krypton Motorsport). Il ruolino di marcia del pilota perugino è impressionante: 2 vittorie, 2 secondi e 1 terzo posto su 5 gare disputate parlano chiaro sul livello di competitività di Rogari. A fare da terzo incomodo nella sfida per il titolo possono rientrare anche Fabrizio De Nora (Bonaldi Motorsport), terzo della classifica assoluta, e soprattutto Giorgio Venica (ZRS Motorsport), vincitore dell’ultima gara del Mugello. Novità per quanto riguarda Davide Bertozzi, che ad Adria si presenterà con i colori dell’Antonelli Motorsport per l’ultimo assalto alle posizioni d’onore. Giacomo Scanzi (Ebimotors) è ormai a ridosso del leader della classe GT3 R09 Fabrizio Bignotti (Autorlando). Dopo la vittoria nell’ultimo appuntamento del Mugello del pilota bresciano, sono solo 3 i punti che dividono i due contendenti al titolo. Marco Macori (Antonelli Motorsport) è ancora in cerca della prima affermazione, che potrebbe arrivare sul circuito che lo ha visto protagonista primario negli anni in cui ha corso nella Cayman Cup. Nella classe GT3 R07, dopo l’infortunio che ha costretto a saltare l’appuntamento del Mugello al capoclassifica Gioga (Bellspeed), ha rimesso tutto in discussione: Maurizio Fondi (Pistoia Corse), ha ridotto il distacco a soli 8 punti, ma anche Stefano Sala (Autorlando) si è avvicinato a soli 15 punti dalla vetta della classifica.
 
L’ultima gara del Mugello ha rimesso in discussione le leadership di tutte le classi del Trofeo GT Open: L’assenza del capoclassifica della GT2, Luigi Lucchini (BMS Scuderia Italia), ha permesso al diretto inseguitore Fausto Broggian (Autorlando) di ridurre a 11 punti il distacco. Nonostante la vittoria nell’ultimo appuntamento del Mugello, il leader della classe GT3 r011 Pierluigi Alessandri (Antonelli Motorsport), deve fare attenzione a Federico De Nora (Bonaldi Motorsport) e Francesco Maggi (Krypton Motorsport), racchiusi in soli 20 punti. Ancora in corsa per il titolo la coppia Giorgio Soravito-Giorgio Venica (ZRS Motorsport Zambon) che però dista 32 punti dalla vetta della classifica. Con il ritiro del Mugello i capoclassifica della GT3 r09 Fabrizio Bignotti-Sisino Cantonati (Autorlando) si trovano ora a difendersi dagli attacchi della coppia Macori-Marco Magli (Antonelli Motorsport), che grazie alle vittorie nelle ultime 2 gare hanno ridotto il distacco a sole 2 lunghezze. Naturalmente della partita saranno anche Piero Gandolfi-Massimo Argonauta (Wheels Racing), ancora in cerca della prima vittoria stagionale. Con la vittoria del Mugello, Maurizio Fondi (Pistoia Corse) ha ridotto ad 1 solo punto il distacco dal leader della classe GT3 r07 Giuseppe Ghezzi, che in coppia con Stefano Sala (Autorlando), dovrà difendersi a denti stretti negli ultimi 2 appuntamenti in calendario. Dopo il sorprendente ritiro di Alberto Nicolucci-Sebastiano Caldarella (Bonaldi Motorsport), in classe GT4 si è rimessa in discussione la lotta per il titolo con il toscano Gaetano D’Abramo, che in coppia con Alberto Scilla (Heavy Feet), ha approfittato per riprendersi la leadership della classifica. Sono solo 4 i punti che dividono i tre equipaggi in corsa per il titolo compresi i compagni di scuderia Roberto Poggi-Gianluigi Lenzi. Nella Cayman Cup, i 38 punti di vantaggio di Boga (Bellspeed) su Nicola Bravetti (RS Motorsport) e dal vincitore dell’ultima gara del Mugello Nicola Benucci (Ebimotors), mette al sicuro il pilota romano da qualsiasi sorpresa.
 
Sabato 8: Dalle ore 9, alle 17,20 prove libere Targa Tricolore Porsche e giri liberi cronometrati Formula Club
Domenica 9: Alle ore 9, prove ufficiali GT3 Cup. Ore 10,30 prove ufficiali GT Open Cup (GT4 e Cayman Cup) alle ore 11,05 prove ufficiali GT1, GT2 e GT3. Alle ore 13,55 gara GT3 Cup 28′ minuti più 1 giro. Alle ore 15,50 gara GT Open Cup classi GT4 e Cayman Cup 48′ minuti più 1 giro. Alle ore 17, gara GT1, GT2 e GT3. Nel corso della giornata giri liberi cronometrati Formula Club


Stop&Go Communcation

La Targa Tricolore Porsche 2011 sbarca il prossimo fine settimana dell’8 e 9 ottobre sul circuito di Adria con uno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/start234567.jpg Targa Tricolore Porsche – Ad Adria 70 piloti al via dei Trofei GT3 Cup e GT Open Cup