Trionfo Lamborghini nella Championship Race del week-end di Spa al termine di un’ora di corsa ricca di colpi di scena e di momenti all’ultimo grido per qualsiasi fans del motorsport a ruote coperte. Il successo è andato per la fattispecie alla Reiter Engineering che, con l’equipaggio composto da Zonta e Kechele, è salita sul gradino più alto del podio dopo aver tagliato il traguardo finale così come aveva cominciato la sua breve ma intensa avventura di oggi. Scattato dalla seconda piazza in base al risultato ottenuto nella Qualifying Race, Zonta si è subito portato in testa alla corsa mantenendo invariata la leadership fino al sesto giro, in cui è stato superato dalla Corvette del Mad Croc e dall’altra Lambo gemella di Kox/Haase.

Il destino sembra già deciso a favore dell’equipaggio Maassen/Menten, ma tempo una tornata ed è subito bagarre grazie ad una foratura proprio della miglior Corvette del lotto che lascia lo scenario ad una sorprendente tripletta firmata Lamborghini, con le due Murcielago del Reiter a comandare le operazioni e quella dell’All-Inkl.com in posizione di scudo verso chi avesse tentato un attacco. Intanto Westbrook, su Ford GT del team Matech, si porta in quinta posizione dal 6° giro dopo aver compiuto una prodezza sulla Maserati di Bernoldi, ma il brasiliano non ci sta e lo attaccherà alla 12ma tornata nella staccata che porta a Les Combes, infine arriverà poi il contrattacco del pilota britannico che spadroneggia sul rivale alla Bus Stop e non mollerà più la piazza, arrivando anzi a giocarsi la vittoria.

Verso l’11° giro comincia il classico valzer dei pit stop e del cambio pilota, ma succede il solito pasticcio; questa volta spetta all’Aston Martin dello YD AMR di Mucke, la quale uscendo dalla piazzola del suo box perde un dado alla posteriore destra ed è costretta a rifermarsi per permettere ai meccanici di sistemare il tutto e ripartire. Ma ormai è troppo tardi…

Sempre al giro 11 si ferma Zonta che sarà poi imitato dal compagno Kox, mentre due tornate dopo è il turno del trio in testa fino a quel momento, rispettivamente Pastorelli, Westbrook e Bernoldi. Pit velocissimo per la Ford, più lente Maserati e Lamborghini, con quest’ultima insidiata e superata dalla GT a Les Combes grazie ad una splendida manovra di Mutsch, anche perché toccata dall’Aston Martin della Hexis all’uscita dal box

Pare non esserci più tempo però per un contro sorpasso a causa dell’entrata della Safety car dovuta alla presenza di detriti minacciosi in pista. E’ il 15° giro e restano poco meno di 20 minuti.

La ripartenza avviene al 19° giro e la situazione è tutt’altro che tranquilla per la Ford GT di Mutsch, il quale sembra meno brillante del solito e si fa avvicinare dalla Lambo Reiter, mentre Wendlinger da dietro rinviene ottenendo la decima posizione che poi perderà negli ultimi due giri e chiuderà la corsa al 12° posto.

Due giri di fuoco servono a Kechele per affiancare al rettilineo principale e poi sorpassare con una manovra d’incrocio nella curva successiva, l’ex leader Mutsch che perde altre due posizioni lasciando la gioia virtuale del podio a Dumbreck su Nissan del Sumo Power e a Muller su Maserati del Triple H. Ma proprio al penultimo giro avviene l’ultimo colpo di scena causato dal ritiro della Nissan per rottura del motore, stessa sorte toccata alla Lamborghini di Kox/Haase poco prima sempre con fuoriuscita di fumo dalla vettura. Che miracolo per la Ford Matech la quale sale sul gradino più basso del podio, mentre la festa è tutta per la Murcielago del team Reiter e per Zonta/Kechele, infine festa anche in casa Maserati con il secondo piazzamento del Triple H.

Quarto piazzamento per l’altra Maserati di Bernoldi/Ramos, seguono alle sue spalle Mackoviecki/Accary e Turner/Enge su Aston Martin, grande rimonta di Bertolini/Bartels che, scattati dal fondo della griglia, hanno completato i 24 giri al settimo posto davanti all’altra MC12 del Triple H, infine solo briciole per Pastorelli/Schwager su Lambo All-Inkl.com e Piccione/Hirschi dell’Hexis AMR.

Classifica Championship Race:

01. Kechele/Zonta – Lamborghini – 01:01:02
02. Muller/Heger – Maserati – + 3.253
03. Westbrook/Mutsch – Ford – + 6.675
04. Bernoldi/Ramos – Maserati – + 7.074
05. Makowiecki/Accary – Aston Martin – + 7.936
06. Turner/Enge – Aston Martin – + 8.274
07. Bertolini/Bartels – Maserati – + 9.741
08. Verdonck/Longin – Maserati – + 10.591
09. Pastorelli/Schwager – Lamborghini – + 10.784
10. Piccione/Hirschi – Aston Martin – + 13.921

Alessio Francisci – Stefano Chinappi


Stop&Go Communcation

Trionfo Lamborghini nella Championship Race del week-end di Spa al termine di un’ora di corsa ricca di colpi di scena […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/fia-gt00_kechelezonta1.jpg Spa, Championship Race: Festa Lamborghini col successo di Zonta/Kechele, Maserati si salva con il Triple H