L’atto conclusivo dell’edizione 2010 del FIA GT1, per la prima volta sotto titolazione iridata, porta ancora la firma di Fred Makowiecki e Yann Clairay: sono loro i vincitori della Championship Race a San Luis, ripetendo in scioltezza in trionfo mattutino della prima manche. Scattato dalla pole-position, l’equipaggio francese ha avuto vita facile sin dall’inizio. È stato Makowiecki a prendere il via, cedendo poi il volante della Aston Martin numero 9 al compagno Clairay, che ha avuto l’onore di salutare la bandiera scacchi e consegnare al team Hexis il primo successo stagionale gara più importante del week-end.

Non solo, perchè in questo modo la Aston Martin si è aggiudicata l’SRO Trophy (la classifica riservata ai costruttori), strappando la leadership alla Maserati.

Alle spalle del duo transalpino si sono confermati in piazza d’onore Richard Westbrook e Tomas Mutsch, non prima che l’inglese affrontasse una accesa battaglia in apertura con Clivio Piccione, autore di un avvio più convincente. Il driver della Ford ha avuto definitivamente la meglio al terzo giro, e progressivamente ha preso margine sul monegasco. L’altra DB9 di casa Hexis ha poi dovuto difendere l’ideale medaglia di bronzo da Kechele/Jimenez. Il brasiliano ha chiuso in volata su Jonathan Hirschi, mentre si erano fatti sotto pure Mucke/Lopez.

Notevole rimonta per la coppia che ieri si era aggiudicata la pole-position, grazie a una superba prestazione dell’argentino. Costretti a partire dal fondo del gruppo dopo l’incidente allo start di Gara 1, i due sono risaliti addirittura fino al 5° posto, precedendo Risatti/Basseng e i freschi campioni Andrea Bertolini e Michael Bartels.

Per gli alfieri della Vitaphone Racing sono stati 60 minuti di passerella, ma i due hanno senza dubbio onorato l’impegno senza risparmiarsi al volante della Maserati #1, tanto da mettere a segno il best lap della corsa.

A completare la zona punti sono invece Jani/Armindo, Muller/Heger e Kox/Haase. Epilogo sfortunato per Darren Turner e Tomas Enge, comunque laureatisi vicecampioni. Il britannico, durante il suo turno di guida, è incappato in un contatto con Karl Wedlinger. L’austriaco è finito in testacoda, e pur riprendendo è andato poco più tardi a sbattere contro le barriere. I portacolori del Young Driver AMR non sono andati oltre la 15° posizione.

Scintille si sono viste anche fra Alex Margaritis e Miguel Ramos (poco prima il portoghese si era pure girato) e in apertura è stato spettacolare il salto sul cordolo di Maxime Martin, per fortuna senza conseguenze per la sua Ford GT.

Chiusa la trasferta in terra argentina, il FIA GT1 World Championship rinnova ora l’appuntamento per il 2011.

Classifica

01. Makowiecki/Clairay – Aston Martin – 26 giri
02. Westbrook/Mutsch – Ford – +13.616
03. Piccione/Hirschi – Aston Martin – +23.159
04. Kechele/Jimenez – Lamborghini – +23.623
05. Mucke/Lopez – Aston Martin – +26.883
06. Risatti/Basseng – Lamborghini – +27.827
07. Bertolini/Bartels – Maserati – +32.440
08. Jani/Armindo – Ford – +38.646
09. Müller/Heger – Maserati – +51.610
10. Kox/Haase – Lamborghi – +58.398
11. Pastorelli/Schwager – Lamborghini – +1:29.624
12. Hennerici/Margaritis – Corvette – +1:34.407
13. Ara/Nilsson – Nissan – +1:41.277
14. Bernoldi/Ramos – Maserati – +1:41.555
15. Turner/Enge – Aston Martin – +1:44.685

Ritirati

16. Hughes/Campbell-Walter – 22 giri
17. Krumm/Dumbreck – Nissan – 18 giri
18. Bobbi/Palttala – Ford – 16 giri
19. Leinders/Martin – Ford – 16 giri
20. Verdonck/Pier Guidi – 13 giri
21. Wendlinger/Moser – Nissan – 13 giri


Stop&Go Communcation

L’atto conclusivo dell’edizione 2010 del FIA GT1, per la prima volta sotto titolazione iridata, porta ancora la firma di Fred […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/fia-gtfiagt-051210-02.jpg San Luis, Championship Race: Makowiecki/Clairay completano la giornata perfetta e fanno il bis di vittorie