Sotto il diluvio di Nogaro è tripudio per il team WRT, che al termine della Championship Race festeggia una strepitosa tripletta nella FIA GT Series. Ad aggiudicarsi la gara sono stati Nikolaus Mayr-Melnhof e René Rast, capaci di prendersi la rivincita personale nei confronti di Sebastien Loeb e Alvaro Parente dopo il duello perso nella manche di ieri, e ora in vetta alla classifica generale.

Dopo la partenza avvenuta in regime di safety-car per motivi di sicurezza, tutto il primo stint è stato condotto da Loeb, bravo a tenere sotto controllo Mayr-Melnhof. La svolta, quindi, è avvenuta durante la finestra dei pit-stop. Rast per un soffio è rimasto davanti a Parente uscendo dalla corsia box, anche se il portoghese è stato subito minaccioso. Dopo qualche giro, il portacolori della McLaren ha speronato il tedesco mandandolo in testacoda: Parente si è quindi ritrovato al comando, ma il campione della Porsche Supercup, riuscito a ripartire immediatamente, è stato poi in grado di colmare il gap accumulato.

La strada per Rast si è fatta in discesa quando Parente ha dovuto scontare un drive-through per un’ingenuità compiuta da Loeb durante il cambio pilota, in cui ha sganciato le cinture di sicurezza prima di essersi completamente fermato. Un errore che non cancella il fantastico weekend d’esordio dell’alsaziano, ma che di fatto è costato almeno il podio.

In seconda piazza hanno chiuso quindi Frank Stippler ed Edwards Sandstrom, protagonisti di una straordinaria rimonta dall’ultima fila, mentre uno scatenato Laurens Vanthoor nelle fasi finali ha compiuto tre sorpassi per cogliere (insieme a Stephane Ortelli) la terza posizione e completare l’en-plein della scuderia belga. Vanthoor ha prima infilato Parente, poi Enzo Ide (5°) e in extremis la Mercedes dell’israeliano Alon Day con una superba manovra all’interno. A quel punto, per la pattuglia WRT il trionfo è stato totale.

In settima posizione un’altra R8, quella del team Novadriver affidata a Campanico/Vieira, seguita dalla Nissan di Alex Buncombe e Lucas Ordonez. A completare la zona punti la Lamborghini di Proczyk/Baumann e la BMW di Khodair/Bueno.

Ancora sfortunato l’altro equipaggio del Sebastien Loeb Racing: Zuber/Parisy sono stati puniti a loro volta con un drive-through, a causa dell’errato allineamento in griglia da parte dell’austriaco.

Nelle retrovie non sono mancati episodi da replay, come il duello all’arma bianca fra Sergey Afanasiev e Ricardo Zonta, in cui il russo (più volte sopra le righe) ha avuto la peggio ritrovandosi nell’erba, e i testacoda degli indiani Armaan Ebrahim e Karun Chandhok.

Prossimo round per la FIA GT Series il 20/21 aprile a Zolder, proprio in casa del team WRT…

Classifica

01. Mayr-Melnhof/Rast – Audi – 35 giri
02. Sandstrom/Stippler – Audi – +11.950
03. Ortelli/Vanthoor – Audi – +19.991
04. Buhk/Day – Mercedes – +20.900
05. Kumpen/Ide – Audi – +22.035
06. Loeb/Parente – McLaren – +22.985
07. Vieira/Campanico – Audi – +27.198
08. Ordonez/Buncombe – Nissan – +30.587
09. Baumann/Proczyk – Lamborghini – +43.388
10. Bueno/Khodair – BMW – +46.549
11. Chandhok/Seyffarth – Mercedes – +47.006
12. Zuber/Parisy – McLaren – +48.357
13. Zonta/Jimenez – BMW – +1:05.531
14. Schulzhitskiy/Reip – Nissan – +1:20.461
15. Ricci/Stumpf – Ford – +11:27.110
16. Afanasiev/Simonsen – Mercedes – +:35.620
17. Kentenich/Keilwitz – McLaren – +1:36.343
18. Ebrahim/Jousse – BMW – a 1 giro
19. Ayari/Beaubelique – Ferrari – a 1 giro
20. Barthez/Tonelli – Ferrari – a 1 giro
21. Stovicek/Charouz – Mercedes – a 2 giri
22. Mascarello/Tozzo – Ford – a 2 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Tripudio per il team WRT, che al termine di Gara 2 a Nogaro festeggia la tripletta nella FIA GT Series. A vincere Nikolaus Mayr-Melnhof e René Rast.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/fiagtseries-wrt-010413-01.jpg Nogaro, Gara 2: Mayr-Melnhof/Rast vincono, tripletta WRT