La Qualifying Race svoltasi sul circuito brasiliano di Interlagos è stata vinta dall’Aston Martin DB9 #7 del pilota inglese Darren Turner, accaparratosi l’onere di operare la partenza, e Tomas Enge, ottimo nel portare la vettura al traguardo in prima posizione. Dopo un buon pronti-via da parte di Darren Turner, che ha subito guadagnato la seconda posizione, la sosta ai box si è rivelata fondamentale: il pilota inglese è stato sostituito da Tomas Enge ed i meccanici del Team Young Driver AMR sono stati più celeri rispetto al personale della Maserati MC12 #2 amministrata dal Vitaphone Racing Team, capolista fino a quel momento e scivolata poi in seconda posizione.

Con la #7 di Tomas Enge in prima posizione e la #2 condotta da Enrique Bernoldi ad inseguire, proprio il pilota brasiliano ha provato ad avvicinare il collega ceco, senza successo. A dieci minuti dalla conclusione la Maserati MC12 #2 è stata penalizzata con un drive through, a causa di un uomo addetto al cambio gomme che ha gettato uno pneumatico. I grattacapi capitati alla #2 sono stati sfruttati dalla Nissan GT-R #23 di Peter Dumbreck-Michael Krumm e dall’Aston Martin DB9 #10 condotta da Clivio Piccione-Jonathan Hirschi, giunte rispettivamente in seconda e terza posizione e precedentemente autrici di due ottimi sorpassi quasi identici ai danni della Lamborghini Murcielago #38 pilotata da Dominik Schwager.

In quarta piazza ha terminato la Maserati MC12 #2, proprio dinanzi alla Lamborghini Murcielago #38, la quale ha trascorso la maggior parte della competizione con il fanale anteriore sinistro danneggiato, a causa di un contatto avvenuto all’inizio della gara fra il proprio alfiere Nicky Pastorelli e la Corvette Z06 #13 condotta da Alexander Margaritis e gestita dal Phoenix Racing / Carsport, al fine di conquistare provvisoriamente la terza posizione.

La top-6 è completa dalla Corvette Z06 #13, che precede la Ford GT #6 di Neel Jani-Nicolas Armindo, autrice di un testacoda nelle prime battute di gara con la Nissan GT-R #22 di Warren Hughes alla staccata della Ferradura. 

Si possono considerare soddisfatti Andrea Bertolini-Michael Bartels, che, alla guida della propria Maserati MC12 #1 del Vitaphone Racing Team, hanno terminato in ottava piazza dopo essere partiti dalla diciannovesima casella in griglia e si sono posti in una posizione di vantaggio per la Championship Race di domani, almeno nei confronti della Ford GT #5 di Richard Westbrook-Thomas Mutsch. Quest’ultimo pilota, unico pretendente al titolo per Matech Competition, ha dovuto abbandonare la competizione a causa di un incidente con la Lamborghini Murcielago #25 di Frank Kechele e portata in pista da Reiter Engineering.

Gara da dimenticare sia per Swiss Racing Team che per Mad Croc Racing: la compagine svizzera ha posto la Nissan GT-R #4 di Seiji Ara-Max Nilsson in 13a posizione e la #3 affidata a Karl Wendlinger-Henri Moser in 17a piazza; la squadra belga ha invece inserito le Corvette Z06 #12 di Duncan Huisman-Pertti Kuismanen e #11 condotta da Sergio Jimenez-Claudio Darhuj relativamente in 18a e 19a casella. Claudio Dahruj, a ventisei minuti dalla conclusione, ha toccato la fiancata sinistra della Nissan GT-R #22 del Sumo Power GT e compiuto un testacoda alla prima curva dedicata ad Ayrton Senna.

Matteo Bobbi, all’ultimo giro della Qualifying Race, ha rotto la sospensione posteriore destra dopo un passaggio su un cordolo alla Curva do Sol, impattato contro il guard-rail e seriamente danneggiato la propria Ford GT #41 del Marc VDS Racing Team e che divide con Markus Palttala.

Classifica – Qualifying Race

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

La Qualifying Race svoltasi sul circuito brasiliano di Interlagos è stata vinta dall’Aston Martin DB9 #7 del pilota inglese Darren […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/fia-gt065_.jpg Interlagos – Qualifying Race: Team Young Driver AMR trionfa ed Aston Martin inserisce due DB9 sul podio