Le nubi emesse dal vulcano Eyjafjallajokull, situato in Islanda, stanno mettendo in ginocchio il trasporto aereo europeo, senza risparmiare i tempi logistici di vari campionati automobilistici, sempre contenuti in strettissimi giri di posta, come il FIA WGT. Il secondo di due aerei Cargo, trasportante materiale e vetture GT1, è giunto oggi in Lussemburgo; tuttavia una parte del personale dei team è ancora ad Abu Dhabi, in procinto di imbarcarsi alla volta di Vienna, nella mattinata di domani.  

“Questa situazione è estremamente difficile”, ha dichiarato Patricia Kiefer, coordinatrice della SRO. “Le vetture sono adesso tornate in Europa; i team, invece, giungeranno nel continente domani. Le varie squadre potranno riprendere le proprie auto ed il materiale prima del fine settimana. In questo modo il secondo round di Silverstone, previsto per l’1-2 maggio, si potrà svolgere regolarmente, salvo imprevisti causati da madre natura”.  

Oltre al FIA WGT, l’autodromo di Silverstone sarà calcato dal FIA GT3, FIA GT4 e Formula 3 inglese.  

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Le nubi emesse dal vulcano Eyjafjallajokull, situato in Islanda, stanno mettendo in ginocchio il trasporto aereo europeo, senza risparmiare i […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgtSilverstone_freight_2.jpeg Il Circus del Campionato Mondiale GT1 combatte contro la natura