Andrea Palma continua a vincere nella GT Sprint. Nonostante il pilota romano sia stato costretto in Gara 2 a sfilare nelle retrovie per un drive through comminatogli dai commissari per partenza anticipata (così come a Steven Goldstein), l’alfiere del Black Team è risalito dalla settima alla prima posizione con sorpassi spettacolari, che hanno esaltato il pubblico sugli spalti del circuito di Budapest.

Come in Gara 1 alle spalle di Palma si è portata la vettura gemella di Mario Cordoni (Ombra Racing Team), che ha allungato nella classe GTS3 sui diretti rivali Roberto Benedetti e Roberto Del Castello, con la Corvette della RC Motorsport. Nota di merito va allo stesso Benedetti, che aveva tenuto la testa di Gara 2 per poi dover cedere il passo allo stesso Palma e Cordoni.

Nel GTS Cup Trophy si è imposto Roberto Delli Guanti al volante della Ferrari 430 del team Kessel Racing, seguito dal colombiano Steven Goldstein, che passa in testa alla classifica di classe con la 997 della GDL Racing. Chiude il podio il siciliano Vittorio Bagnasco sempre con una vettura di Stoccarda schierata dalla Happy Racer.

Classifica

01. Andrea Palma – Ferrari – 16 giri
02. Mario Cordoni – Ferrari – +3.426
03. Roberto Benedetti – Corvette – +12.335
04. Glauco Solieri – Porsche – +15.333
05. Simone Pellegrinelli – Ferrari – +31.204
06. Roberto Delli Guanti – Ferrari – +1:17.873
07. Steven Goldstein – Porsche – +1:47.625
08. Vittorio Bagnasco – Porsche – +2:03.280
09. Angelo Schiatti – Porsche – a 1 giro

Ritirati

10. Marco Galassi – Ferrari – 11 giri
11. Alessandro Bernasconi – Ferrari
12. Rafael Unzurrunzaga – Mosler


Stop&Go Communcation

Andrea Palma continua a vincere nella GT Sprint. Nonostante il pilota romano sia stato costretto in Gara 2 a sfilare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/sportgt-010712-021.jpg GT Sprint – Budapest, Gara 2: Palma più forte del drive-through