È andato in scena tra venerdì e sabato il primo appuntamento della Winter Series dell’International GT Open: sul circuito del Paul Ricard, a festeggiare il successo nelle due manches disputate, sono stati rispettivamente Mirko Venturi e la famiglia Talkanitsa (padre e figlio).

Venturi, al via in solitaria sulla Ferrari 458 GT3 del team Black Bull, si è imposto in Gara 1 dopo aver controllato perfettamente la situazione già grazie alla pole-position ottenuta in mattinata. Il romagnolo si è involato verso il traguardo senza particolari minacce alle proprie spalle.

Alla prima curva un contatto in mezzo al gruppo ha innescato un parapiglia che ha coinvolto Miguel Toril, Johnny Laursen, Jay Palmer e Andrea Montermini, con quest’ultimo rivelatosi l’unico dei quattro a poter proseguire (chiuderà 15° insieme a Massimiliano Bianchi, sulla 458 in versione Challenge).

Mentre Venturi ha velocemente portato il vantaggio a otto secondi, Talkanitsa recuperava il secondo posto da Kirill Ladyigin. Dopo il pit-stop, le cose non sono cambiate molto, con Venturi saldamente al comando mentre la Porsche del team Almeras guidata da Franck Perera (affiancato da Philippe Giauque) agguantava il secondo posto sul finale superando Talkanitsa Sr, con Pol Rosell quarto davanti ad Eugenio Amos.

Classifica Gara 1 (Top 10)

01. Mirko Venturi – Ferrari – 23 giri
02. Glaque/Perera – Porsche – +13.195
03. Talkanitsa/Talkanitsa – Ferrari – +14.044
04. Ladygin/Rosell – Ferrari – +34.557
05. Eugenio Amos – Ferrari – +48.149
06. Mavlanov/Maleev – Ferrari – +59.731
07. Pronk/Kox – Lamborghini – +1:11.470
08. Flohr/Castellacci – Ferrari – +1:22.520
09. Sdanewitsch/Rugolo – Ferrari – +1:23.029
10. Gubbert/Porsche – +1:30.692

Gloria per i Talkanitsa nella seconda manche, con la loro Ferrari 458 GT2 dell’AT Racing. La vittoria dei bielorussi, una coppia apprezzata nel paddock da tre stagioni, ha fatto piacere a molti.

Al via, Peter Kox ha approfittato della pole-position per involarsi con la sua Lamborghini Gallardo davanti a Venturi, Perera, Guibbert, Bobbi, Peter, Schirò, Gattuso, Rosell, Rugolo e Castellacci. L’olandese e Venturi testa hanno viaggiato praticamente insieme fino al cambio gomme, con una quindicina di secondi di vantaggio sugli inseguitori.

Dopo la sosta è stato Venturi a prendere il comando, ma è apparso subito chiaro come non avesse rispettato i 15 secondi di handicap. Venturi ha così ricevuto una penalità di 140 secondi, ma il team Black Bull ha preferito ritirarsi.

In testa è quindi passato Ladyigin, superato però al 18esimo giro da Aleksander Talkanitsa Jr che ha salutato in trionfo la bandiera a scacchi, davanti al russo e a Guibbert. 4° posto per l’equipaggio del Vita4One Team Italia formato da Palmer e dal “boss” Matteo Bobbi.

Classifica Gara 2 (Top 10)

01. Talkanitsa/Talkanitsa – Ferrari – 23 giri
02. Ladygin/Rosell – Ferrari – +7.487
03. Gubbert/Porsche – +7.621
04. Palmer/Bobbbi – Ferrari – +25.381
05. Mavlanov/Maleev – Ferrari – +26.643
06. Toril/Schirò – Porsche – +31.450
07. Zanuttini/Gattuso – Ferrari – +34.116
08. Flohr/Castellacci – Ferrari – +40.292
09. Sdanewitsch/Rugolo – Ferrari – +54.929
10. Kruglyk/Tsypakov – Ferrari – +1:01.997


Stop&Go Communcation

È andato in scena tra venerdì e sabato il primo appuntamento della Winter Series dell’International GT Open: sul circuito del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/sportgt-170213-01.jpg GT Open – Winter Series, Paul Ricard: Protagonisti Venturi e i Talkanitsa