Per il 7° anno consecutivo è arrivato il momento di accendere i riflettori sull’International GT Open, il campionato automobilistico per vetture Gran Turismo che più ha saputo catalizzare l’attenzione di squadre, piloti e sponsor con una crescita continua sin dalla sua prima edizione nel 2006, tanto da arrivare, questo anno, ad interessare anche gli Emirati Arabi con una squadra ed uno sponsor. Il format è stato subito vincente in quanto non ha dovuto subire modifiche o aggiustamenti nel corso degli anni a parte, a riprova di quanto detto, la divisione in due gare distinte per le due categorie in competizione (GT2 e GT3) qualora ci sia un nutrito numero di partecipanti, anche se soltanto per la manche domenicale.

E’ il caso del prossimo week end in cui scendono in pista ben 40 vetture vuoi perché è il primo appuntamento in calendario, vuoi perché ci sono 14 vetture che raccoglieranno punti soltanto per il campionato nazionale spagnolo, organizzato sempre dalla GT Sport di Jesus Pareja. La lista degli iscritti vede ancora predominare il duello tra Ferrari e Porsche soprattutto nella classe regina, la Super GT (GT2) dove si contano 7 “rosse” e 4 giumente di Stoccarda che, quest’anno, verranno disturbate nella corsa al titolo da una Lotus Evora GTE (per la Lotus Giudici Racing) e da una Aston Martin Vantage (schierata dalla piemontese Villois Racing) sul cui sedile ci sarà Alvaro Barba, campione 2011, con Matteo Malucelli.

Tra le squadre ritroviamo la Villorba Corse, sponsorizzata dalla Aabar di Abu Dhabi, che affida la sua Ferrari 458 alle mani esperte ed agguerrite di Andrea Montermini e a Juan Manuel Lopez (Cochito), la AF Corse, con Toni Vilander e la Kessel Racing insieme al duo collaudato dello scorso anno Peter e Broniszewski. Abbandona la categoria la Autorlando Sport (presente solo nel GTS) mentre la Porsche è rappresentata dalla Imsa Performance Matmut che sceglie ancora Pilet e Narac per la corsa al titolo, dalla Manthey Racing e dalla Drivex che presenta due vetture una delle quali pilotata dagli italiani Ferdinando Geri e Giacomo Piccini. Nuove entrate sono la Black Team con una Ferrari 458 pilotata da Raffaele Giammaria e Miguel Ramos e la Eurol Veka con 2 Ferrari di cui una è l’unica 430 iscritta al campionato.

Per la categoria minore, ma non meno importante dato che spesso regge il passo delle sorelle più “grandi”, GTS avremo in pista 13 vetture. La Porsche Autorlando dovrà vedersela con le quattro Ferrari 458 della Kessel Racing e con le tre della AF Corse, aiutate dalla gemella della Ombra Racing a contrastare la Ford GT della ACR Rodrive, la Mosler dell’araba Blue Jumeirah Team e la Lamborghini Gallardo della Good Sense Racing Team con a bordo Peter Kox. Come sopra menzionato in pista ci saranno anche altre vetture che si schiereranno per il campionato nazionale spagnolo, ma che daranno maggiore varietà al parco macchine soprattutto nella classe GTS dove troveremo McLaren, Viper, Ginetta e BMW. Come le edizioni precedenti sabato mattina ci saranno le due prove di qualifica (per Gara 1 e per Gara 2) e nel pomeriggio, alle 16:00 italiane la prima gara di 70’ mentre la domenica alle 13:30 italiane la seconda gara di 50’.

GT Open Algarve Entry List

Gioia Cafaro


Stop&Go Communcation

Per il 7° anno consecutivo è arrivato il momento di accendere i riflettori sull’International GT Open, il campionato automobilistico per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/cafaro.jpg GT Open – Portimao: Premesse per un’altra grande stagione…