È la Porsche del Manthey Racing, pilotata da Marco Holzer e da Nick Tandy, ad aggiudicarsi la prima vittoria della stagione 2012 dell’International GT Open sul circuito di Portimao, dopo una gara imprevedibile e movimentata dal cambiamento di tempo e da una serie di contatti e duelli. Al secondo posto la Ferrari 458 Italia della Kessel Racing con al volante Philipp Peter e Michael Broniszewski, sempre tra i primi posti, seguita dalla Ferrari 458 Italia in configurazione GT3 della AF Corse, prima della classe GTS alla cui guida si sono avvicendati Stefano Bizzarri e Nicola Niki Cadei in una gara in costante rimonta (partiti dal dodicesimo posto).

Concludono il podio Super GT, al terzo posto, Raymond Narac e Patrick Pilet con la Porsche della IMSA Performance Matmut, mentre quello della GTS vede Marco Mapelli e Archie Hamilton (Porsche Autorlando) e Michael Dalle Stelle ed il suo compagno, uno strepitoso Daniel Zampieri, al suo debutto in questo campionato e sulle ruote coperte, a bordo della Ferrari 458 Italia della Kessel Racing.

La gara comincia con dieci minuti di ritardo e la safety car in pista fino al secondo giro a causa della pioggia, che, però, smette poco dopo l’inizio. Vilander subito se ne va lasciandosi dietro Giammaria, terzo, che attacca continuamente Peter con un duello appassionante fino al quinto giro, quando riesce a sorpassare la Ferrari gialla e partire, così, all’inseguimento del comando. Peter, però, non demorde e rimane incollato a Giammaria finchè non riesce a riprendersi la posizione al decimo giro per riperderla nuovamente subito dopo, riparte all’attacco due curve dopo e stavolta riesce a portarsi davanti alla Ferrari nera del Black Team. Al quarto posto un inattaccabile Holzer riesce a tenere il passo del gruppo di testa, ma dietro di lui gli inseguitori sono a più di venti secondi di distacco. Nel frattempo c’è una bella battaglia anche per la quinta posizione, contesa tra Lopez, De Castro e Barba, ha la meglio quest’ultimo finchè non si trova nello specchietto retrovisore uno scatenato Zampieri in rimonta dal’undicesimo posto. Al settimo giro Zampieri si prende il quinto posto mentre Lopez continua a perdere posizioni e anche Barba deve scontare un drive through. Al dodicesimo giro apre la finestra del cambio pilota, mentre la pista comincia ad asciugarsi. Lopez è tra i primi a rientrare per dare il volante a Montermini quando è in tredicesima posizione, Barba, invece, consegna la vettura a Malucelli in diciannovesima posizione. Zampieri aspetta l’ultimo momento utile per lasciare la pista e consegnare la macchina al suo compagno.

Quando tutti i cambi sono stati effettuati l’ordine in pista vede la Porsche della Manthey Racing al comando seguita dalla Ferrari della Kessel Racing e dalla Ferrari della AF Corse che comincia a rallentare vistosamente al ventiquattresimo giro terminando la gara. Passa in terza posizione l’altra Ferrari della AF Corse, classe GTS, che Bizzarri aveva consegnato a Cadei al settimo posto, dopo una buona rimonta dal dodicesimo posto di partenza. Fino alla fine della gara il terzetto di testa non cambierà nonostante, al venticinquesimo giro, la Porsche pilotata da Tandy è costretta ad effettuare un drive through, mentre nelle retrovie molte vetture non arrivano al termine, come la Ferrari della Villorba Corse che è costretta ad abbandonare, anche questa in piena rimonta, all’ottavo posto per una foratura probabilmente derivata da un contatto con una vettura doppiata andata in testacoda.

La gara termina al trentacinquesimo giro dandoci appuntamento a domani per la seconda manche.

Clicca qui per la classifica completa in PDF

Gioia Cafaro


Stop&Go Communcation

È la Porsche del Manthey Racing, pilotata da Marco Holzer e da Nick Tandy, ad aggiudicarsi la prima vittoria della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/sportgt-280412-021.jpg GT Open – Portimao, Gara 1: Sotto il segno dell’imprevedibilità