Ancora una gara emozionante conclude il week end italiano dell’International GT Open, al settimo e penultimo appuntamento. Su pista asciutta e con clima primaverile la prima a tagliare il traguardo è l’Aston Martin Vantage della Villois Racing con al volante Matteo Malucelli e Alvaro Barba, seguita dalle Ferrari 458 della AF Corse, con Federico Leo e Giammaria Bruni, e della Villorba Corse, con Juan Manuel Lòpez e Andrea Montermini.

Per la classe GTS primo alla bandiera a scacchi (ottavo assoluto) Daniel Zampieri che ha diviso la Ferrari 458 della Kessel Racing con Michael Dalle Stelle, seguito dalla Porsche 997 della Autorlando, con Archie Hamilton e Marco Mapelli, e dalla Mercedes SLS della GDL Racing con Alessandro Garofano e Gianluca De Lorenzi.

La partenza lanciata vede il gruppo compatto arrivare alla prima variante, Tandy resta imbottigliato e finisce in quarta posizione dietro a Pilet (che riesce a mantenere il comando), Malucelli e Giammaria. In quinta posizione c’è Broniszewski seguito da Leo, Gattuso (primo della classe GTS), Mapelli e Lòpez.

Al terzo giro si accende il duello tra Pilet e Giammaria, mentre nelle retrovie un incidente mette fuori uso la Ferrari 458 della Ombra Racing colpita in pieno dalla gemella della Kessel Racing con Massimo Mantovani che va fuori pista alla curva 4 piombando su Cordoni. La Aston Martin si porta in vantaggio sorpassando con un sol colpo sia Pilet che Giammaria, subito dopo Giammaria sorpassa Pilet. Al quinto giro anche Leo sorpassa la Porsche francese mentre la McLaren si incendia nella parte posteriore ed è costretta al ritiro. Intanto Mapelli battaglia con Gattuso e lo sorpassa all’ottavo giro prendendo il comando della classe GTS. Al nono giro anche la Montecarlo, vettura alimentata a GPL è costretta al ritiro, mentre Malucelli ha solo 925 centesimi di vantaggio su Giammaria.

All’undicesimo giro apre la pit lane per la sosta obbligatoria, con una gara impeccabile Federico Leo riesce a consegnare la vettura a Bruni in terza posizione, mentre anche Lòpez cede il volante a Montermini e la Aston Martin viene richiamata per non rispettare troppo spesso i limiti della pista. Alla termine della sosta per il cambio piloti abbiamo ancora la Aston Martin Vantage al comando seguito da Bruni, Montermini, Ramos, Narac, Holzer. Primo della classe GTS è Hamilton in nona posizione, seguito da Zampieri e da Beretta.

La seconda parte di gara è senza grandi cambiamenti, abbandona la gara la Ferrari 458 n. 77 della Kessel Racing e anche la Corvette n. 19 ha problemi con una ruota, al penultimo giro Zampieri sorpassa Mapelli e all’ultimo giro si accende il duello tra la Porsche di Tandy e la Ferrari di Peter, le due vetture, infatti, procedono affiancate quando Peter perde il controllo, forse per una sportellata, sbanda e finisce contro il muro. Gara finita per lui. La bandiera a scacchi sventola al termine del ventiseiesimo giro dando a Bruni e Leo il comando della classifica generale con 7 punti di vantaggio sulla coppia Holzer e Tandy.

Appuntamento a Barcellona per l’assegnazione del titolo, l’ultima tappa, infatti, è prevista per il 4 novembre sul circuito di Montmelò.

Risultato gara 2

Classifica generale

 

Gioia Cafaro

 


Stop&Go Communcation

Ancora una gara emozionante conclude il week end italiano dell’International GT Open, al settimo e penultimo appuntamento. Su pista asciutta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/101_5312-40-025.jpg GT Open – Monza, Gara 2: Vince Aston Martin, Leo e Bruni comandano la classifica