Il quarto evento dell’appassionante GT Open, pianificato sul tracciato di Jerez de la Frontera, è destinato ad accogliere anche i protagonisti del Campeonato de España/Iber GT, i quali arricchiscono talvolta il parco partenti della serie principale.

Fra le compagini da tenere assolutamente in considerazione, anche in prospettiva di un ottimo piazzamento assoluto, è menzionato di diritto Team NovaDriver, che a Portimao ha ottenuto addirittura il terzo posto e il primo di categoria GTS con l’Audi R8 LMS Ultra #81 di Campanico/Vieira durante la corsa iniziale. Purtroppo, l’altro equipaggio schierato dalla compagine portoghese e formato da Giao/Beirao Da Veiga ha conseguito risultati ben oltre le dieci posizioni che più contano, come ha affermato lo stesso Manuel Giao: “Penso che possiamo sfoderare la competitività necessaria per risiedere in top 5. La vettura si è dimostrata veloce a Portimao ma una bandiera rossa, esposta durante il mio giro di qualificazione con pneumatici nuovi, ha distrutto la nostra ambizione di inserirci più avanti in griglia di partenza”.

“Nella gara del sabato si è venuto a creare un grande confronto con le McLaren ma mi è stato impossibile superarle. Nella seconda competizione, prima di effettuare la sosta, ci trovavamo in ottava piazza; sfortunatamente, in seguito all’avvenimento del cambio pilota e appena sedutomi dinanzi al volante, l’automobile non è ripartita immediatamente dalla piazzola dei box e poi una vettura ha colpito la nostra Audi centrando il vano in cui è fissata la batteria. Spero in una sorte migliore a Jerez de la Frontera” ha concluso il conducente nativo di Lisbona.

Risultati poco soddisfacenti hanno altresì interessato Vortrom, che ha iscritto nella serie iberica un esemplare di Ginetta G55 ad appannaggio di Luis Villalba e Francesc Gutiérrez. La struttura spagnola non ha potuto far altro che raccogliere un ventiduesimo posto assoluto e certificare un ritiro.

“Portimao ha battezzato il debutto della Ginetta da noi gestita e abbiamo molto lavoro da svolgere” ha dichiarato Villalba. “Se vogliamo porci nella parte più elevata della classifica, bisogna migliorare il veicolo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda si è dimostrato Gutiérrez: “Gareggiare contro le equipe del GT Open è sempre complicato, soprattutto su un circuito particolare come Portimao. Sebbene pensi che la base di partenza sia buona, il computo generale non è risultato molto appagante, poiché la rottura del trapezio di una sospensione ci ha messo fuori gara il sabato e, la domenica, in nessun momento mi sono sentito in grado di competere con gli altri partecipanti di classe GTS”.

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Inseriti dall’organizzatore all’interno del parco partenti del GT Open, i protagonisti della serie spagnola si apprestano ad affrontare la crème delle gare GT a Jerez

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/gtopen-teamnovadriver-100613-011.jpg GT Open – Il prossimo appuntamento di Jerez attende i protagonisti anche del campionato spagnolo