Grande rientro dalle vacanze estive per le squadre impegnate nell’International GT Open. Sul Hungaroring, circuito alle porte di Budapest, è ripresa la battaglia per il titolo con i protagonisti più agguerriti che mai.

La prima gara si è conclusa con un podio estremamente eterogeneo che vede uno strepitoso Raffaele Giammaria coadiuvato da Miguel Ramos alla loro prima vittoria con la Chevrolet Corvette C6R. Sul secondo gradino la coppia di punta della AF Corse, Gianmaria Bruni e Federico Leo con la Ferrari 458 e sul terzo gradino Nick Tandy e Marco Holzer con la Porsche 997 della Manthey Racing.

Per la classe GTS è la Ferrari 458 della AF Corse la più veloce sotto la guida di Stefano Bizzarri ed Andrea Rizzoli (settimi assoluti), alla loro terza vittoria di stagione che li riporta in vetta alla classifica di classe. Dietro di loro i due equipaggi della Autorlando Sport composti da Hamilton e Mapelli (decimi assoluti) e da Puglisi e Beretta (dodicesimi assoluti) con le Porsche 997.

La prima parte di gara è stata dominata da Gianmaria Bruni che ha resistito agli attacchi insistenti di un Raffaele Giammaria che non gli ha dato tregua e non ha mollato mai la presa. Un po’ più distaccati Alvaro Barba incalzato senza tregua da Andrea Montermini che, però, non riesce ad avere ragione dell’Aston Martin Vantage, anche grazie alla conformazione del circuito stesso che rende molto difficoltosi i sorpassi. Il tempo scorre senza grandi colpi di scena, con Bruni che non riesce a dare più di 2” a Giammaria, fino al cambio piloti quando, con un’abile strategia di squadra, Miguel Ramos riesce a tornare in pista prima di Federico Leo.

Per la classe GTS il primo stint è stato sotto il dominio di Daniel Zampieri che ha mantenuto il comando di classe sin dal primo giro, seguito da Bontempelli (fermato da una bandiera nera perché non ha effettuato il drive through che gli era stato comminato per aver superato troppo spesso i limiti della pista) e da Stefano Bizzarri. La classe GTS offre qualche emozione in più con qualche battaglia tra Pierguidi e Cesar Ramos entrambi all’attacco di Rugolo che non regge alla pressione e va lungo poco prima della sosta obbligatoria e perde posizioni.

Dopo che tutte le vetture hanno effettuato la sosta obbligatoria al comando abbiamo Leo seguito da Ramos, Malucelli, Tandy e Lopez. Per la GTS Dalle Stelle, subentrato a Zampieri, non riesce a mantenere il comando di classe e viene sorpassato da Rizzoli. Al 34° giro Dalle Stelle, all’attacco di Calari, non riesce ad evitare il contatto finendo la gara anzitempo. L’attenzione, però, è rivolta tutta al gruppo di testa dove Ramos e Leo danno vita ad un magnifico duello con innumerevoli tentativi di sorpasso, incalzati dalla Aston Martin di Malucelli che, a sua volta, deve fare attenzione alla Porsche di Tandy che duella con la Ferrari della AF Corse. All’ultimo giro Malucelli cede di colpo e viene sorpassato da Tandy e da Lopez perdendo, così, il podio.

Domani in programma la centesima gara dell’International GT Open.

Risultato Gara 1

Classifica generale

Gioia Cafaro


Stop&Go Communcation

Grande rientro dalle vacanze estive per le squadre impegnate nell’International GT Open. Sul Hungaroring, circuito alle porte di Budapest, è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/90_4812-29-047.jpg GT Open – Hungaroring, Gara 1: Finale a sorpresa, vittoria alla Corvette