Tutto pronto al Paul Ricard per il fischio d’avvio dell’International GT Open 2013. L’ottava edizione della serie GT che ha raccolto tanti consensi a livello europeo, scatta dal Paul Ricard e si preannuncia avvincente. Nulla di modificato nei fondamentali: mix di GT2 e GT3 e otto appuntamenti su piste di primo piano, come sempre; formato di gare invariato (una di 70 minuti il sabato, una di 50 la domenica), regolamenti stabili e costi controllati. L’unica novità è la creazione di un Gentlemen’s Trophy per i piloti amateur di oltre 45 anni che non abbiano mai vinto un titolo sancito FIA.

Sul piano sportivo, ci si attende una stagione aperta e combattuta come non mai. In SuperGT, la Corvette si inserisce nel tradizionale duello Ferrari/Porsche, mentre la GTS cresce in numeri, qualità e varietà e propone una battaglia fra grandi nomi, con McLaren, Mercedes e Aston Martin ad insidiare Ferrari e Porsche.

Se guardiamo le cose da più vicino, in Super GT, l’entrata in forza delle Corvette è destinato a rimescolare le carte. Sono ben quattro le GT americane schierate dal team olandese V8 Racing, e due di esse avranno equipaggi particolarmente competitivi, con Nicky Pastorelli/ Miguel Ramos e Bert Longin/Diederik Sijthoff.

Fra le Ferrari 458 spiccano quelle della Scuderia Villorba, con una coppia temibilissima come Andrea Montermini/Luca Filippi, quella del Kessel Racing di Broniszewski/Peter, e quella della Mtech (Griffin/Cameron), mentre è molto attesa la vettura dell’AT Racing della famiglia Talkanitsa, molto in verve nelle Winter Series. La Porsche si affida al team spagnolo Drivex, che schiera una 911 RSR 2012 per una coppia di giovanissimi quali Niccolò Schirò ed Archie Hamilton, e una vettura in specifiche 2011.

In GTS, sarà la Ferrari ad avere la rappresentanza più numerosa. Il Kessel Racing, campione in carica, schiera quattro vetture, con due equipaggi che puntano al titolo, quali Lorenzo Bontempelli/Nicola De Marco e Stefano Gattuso/Marco Zanuttini, mentre il leggendario Jan Magnussen coadiuverà il connazionale Johnny Laurssen, e Stephen Earle/Freddy Kremer completano i ranghi del team ticinese. AF Corse si affida a Matteo Beretta/Michael Lyons e Michele Rugolo/Claudio Sdanewitsch, mentre Ombra Racing raddoppia l’impegno, affiancando una seconda vettura (con Stefano Costantini alla guida) a quella di Mario Cordoni e del bi/campione Joel Camathias. Altre 458 sono schierate da SMP Racing Russian Bears e Ukraine Racing.

Ma sono in tanti ad insidiare il primato del Cavallino nella categoria. Prima fra tutti la McLaren, grazie al team italiano Bhai Tech Racing, che debutta alla grande, con due MP4/12C affidate a due coppie di grido di ex/formulisti: Rafael Suzuki/Giorgio Pantano e Chris Van Der Drift/Luiz Razia. La Mercedes propone con la SLS AMG del Seyffarth Motorsport, che ha reclutato lo spagnolo Miguel Toril, mentre dal Belgio viene l’Aston Martin Vantage di riferimento, quella del team GPR Pino Racing, con un’altra coppia da copertina, Maxime Soulet/Enzo Ide.

Portabandiera dei “porschisti”, come di consueto, l’Autorlando Sport, team fedelissimo al GT Open, che appena confermato Isaac Tutumlu/Dimitris Deverikos come suo equipaggio. Completa lo schieramento in GTS la Mosler dell’appassionato vero che è Rafael Unzurrunzaga.


Stop&Go Communcation

Tutto pronto al Paul Ricard per il fischio d’avvio del GT Open 2013. L’ottava edizione scatta dal Paul Ricard e si preannuncia avvincente.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/gtopen-paulricard-250413-02.jpg GT Open – Avvio in grande stile al Paul Ricard per la stagione 2013