L’International GT Open vivrà a Monza una grande “première”, grazie alla presenza sulla griglia, per la prima volta, di una vettura a carburante alternativo. Si tratta della Montecarlo BRC W12, già esposta in statico a Monza nel 2010, che debutterà nella categoria GTS.

L’artefice di questo progetto non ha bisogno di presentazioni: si tratta di Fulvio Maria Ballabio, oggi 57enne, che ha parallelamente a una carriera di pilota che lo ha visto impegnato anche in F1, in IndyCar e con le Sport, ha svolto un’intensa attività di ingegnere e costruttore, fondando nel 1983 la Montecarlo Automobiles, che poco dopo lanció la Centenaire, la prima supercar interamente realizzata in carbonio.

La macchina che correrà a Monza, sviluppata insieme alla BRC di Cuneo, specializzata nelle motorizzazioni ecologiche, monta un motore atmosferico W12 di origine Audi che utilizza come unico carburante il GPL).

“La vettura è stata portata all’esordio agonistico alla recente 4 Ore di Monza, dove ha terminato ottava assoluta”, spiega Ballabio. “Siamo felici di farle proseguire la carriera nel GT Open, dove speriamo di essere nel 2013 con una versione ibrida”.

A Monza, a dividire il volante con Ballabio ci sarà il monegasco Frédéric Lajoux, noto anche come organizzatore di Ever, il Salone dell’Automobile Ecologica che si svolge a Monaco.


Stop&Go Communcation

L’International GT Open vivrà a Monza una grande “première”, grazie alla presenza sulla griglia, per la prima volta, di una […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/sportgt-220912-02.jpg GT Open – A Monza debutta la Montecarlo BRC alimentata a GPL