Si è tenuto martedì sul circuito di Vallelunga il test comparativo per “balance of performance” delle vetture ammesse alla classe GT Cup del Campionato Italiano Gran Turismo. Raffaele Giammaria, istruttore della Scuola Federale CSAI e reduce dal superbo week-end di Monza nella GT Sprint, si è alternato in pista al volante della Porsche 997 GT3 Cup dell’Antonelli Motorsport e della Lamborghini Gallardo Supertrofeo del Team Imperiale.

Per quanto riguarda i modelli di Prima Divisione, il regolamento prevede ora che le nuove Ferrari 458 Challenge debbano avere un peso minimo di 1305 chilogrammi, e potranno utilizzare dischi freno in materiale metallico.

La Lamborghini Gallardo Supertrofeo dovrà pesare almeno 1350 kg, utilizzare restrittori da 50 mm, altezza da terra di almeno 80 mm all’anteriore e di 95 al posteriore; set-up libero per gli ammortizzatori, che dovranno però essere Ohlins TTX36 o TTX 40. La Porsche 997 Cup 2010 dovrà avere un peso minimo di 1210 chili, altezza da terra minima di 66 mm (anteriore) e 112 mm (posteriore), e possibilità di montaggio di un impianto ABS della Bosch.

Nella Seconda Divisione rientrano invece le vecchie Ferrari 430 Challenge e le Porsche 997 Cup del periodo 2006-2009. Per la V8 di Maranello confermato il peso minimo di 1300 kg; la sei cilindri tedesca sulla bilancia dovrà segnare almeno 1135 kg. Per entrambe arriva la deroga per la modifica di alcune componenti.


Stop&Go Communcation

Si è tenuto martedì sul circuito di Vallelunga il test comparativo per “balance of performance” delle vetture ammesse alla classe […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/sportgt-050412-01.jpg GT Italia – Annunciati i correttivi tecnici per le vetture GT Cup