Voci di corridoio danno l’appuntamento cittadino di Durban, che si dovrebbe svolgere dal 5 al 7 novembre, protagonista di alcune discussioni, dopo che sono giunte agli enti locali varie proteste da parte dei residenti, riguardanti l’interruzione del traffico e i danni acustici provocati dal rumore delle potenti vetture GT1 del FIA WGT. Problemi analoghi si ebbero quando il circuito sud-africano accolse dal 2006 al 2008 il campionato A1 GP.   

Gwil Owen, promotore della corsa, ha dichiarato che i negoziati fra l’organizzazione e i ministeri competenti sono iniziati l’anno passato e, inizialmente, la competizione di Durban era prevista per aprile. “I promotori stanno intrattenendo discussioni confidenziali con i governi locali e provinciali e, una volta giunti ad un accordo, sarà rilasciato un comunicato. Il circuito è stato rivisto e migliorato, riducendo la sezione Blue Waters rispetto al circuito che ospitò la A1 GP”, ha commentato in una nota Owen. 

La mappa del circuito è già presente nel sito del campionato, e misura 3.283 chilometri. La pista presenta vari rettilinei, leggermente intramezzati da leggere curve, con quello dell’arrivo concordato al rettifilo opposto tramite un tornante.  

Gabriele Sbrana – Alessio Francisci  


Stop&Go Communcation

Voci di corridoio danno l’appuntamento cittadino di Durban, che si dovrebbe svolgere dal 5 al 7 novembre, protagonista di alcune […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgtwinter_test_2_09.jpg FIA WGT – L’appuntamento di Durban al centro di alcune controversie