E’ la Saleen S7r #14 di Ryan Sharp e Karl Wendlinger ha portarsi a casa il Tourist Trophy, sul circuito di Silverstone. Molto azzeccata la tattica del team ceco: il primo stint è stato svolto da un velocissimo Wendlinger che, anche con qualche rischio di troppo nei doppiaggi, relegava Bertolini su Maserati fino a 9.5 secondi; dopo il driver austriaco lasciava il volante a Ryan Sharp ad 1 ora e 11 dal termine. Contemporaneamente al pit-stop della Saleen #14 ‘KpluK’, si fermava ai box la Maserati ‘Vitaphone’ di Muller che cedeva il sedile a Ramos, che però dopo poco si ritirava con la posteriore destra distrutta, provocando l’entrata della safety-car. Ad 1 ora e 4 minuti dalla fine anche l’altra MC12 entra nella corsia box, e il talentuoso italiano Andrea Bertolini lascia la vettura ad un Bartels non proprio in giornata.  

Una buona tattica, in regime di caution, catapulta Bartels in prima posizione. Alla ripartenza il tedesco proprietario del ‘Vitaphone Racing Team’ ha un vantaggio di 4 secondi su Sharp, che però è imbottigliato nel traffico delle più lente GT2. Il vantaggio si assottiglia sempre di più, fino ad arrivare al sorpasso della Saleen S7r ‘KplusK’ sulla Maserati MC12 ‘Vitaphone’ a 44 minuti dal termine.  

Arriviamo al secondo pit-stop della gara, a 25 minuti dalla bandiera a scacchi. Le due squadre hanno la stessa identica tattica: i due stint centrali vengono fatti dai piloti meno veloci, mentre la prima e la terza porzione di corsa vengono eseguite da Bertolini e Wendlinger. I meccanici del ‘Vitaphone’ sono più veloci di quelli del ‘KplusK’, riuscendo a riportare in pista Bertolini davanti al pilota austriaco. 

Non c’è niente da fare contro una Saleen davvero in palla (anche grazie a degli aiuti regolamentari ed alla zavorra inflitta alle Maserati). Wendlinger a poco dalla fine sorpassa l’italiano e va a conquistare una meritata vittoria, per il team e per i piloti, impeccabili. Secondi a 5” e mezzo Bertolini-Bartels. 

Terzi, con una buona condotta di gara, la Corvette Z06 ‘Luc Alphand Aventures’ di Maassen-Moreau. Le V8 americane si sono comportate bene in Inghilterra, ma è stato evidente che non sono mai state in lizza per la vittoria, nemmeno la Chevy di Kumpen-Hezemans dalla quale ci si aspettava di più, quarti assoluti a 30” dai primi.  

Quinta l’altra Saleen S7r del ‘KpluK’. Per un equipaggio che si deve ancora conoscere come Lacko-Dominguez, un 5° posto non è da buttar via, anche se a 59” dai loro compagni di scuderia.  

Segue la Corvette Z06 di Longin-Ruffier, protagonisti di una gara incolore e l’altra Z06 di Menten-Palttala. Problemi molto seri alla Saleen S7r #13 'Full Speed Racing' di Orts-Monfardini, li hanno costretti ad abbandonare Silverstone con 0 punti al giro 42.

La Ford GT ‘Matech Racing’ di Mutsch-Biagi ha raccolto con onore un’8° posto assoluto, prima fra le GT1 ‘2010’, di 1 giro avanti alla gemella del ‘MarcVDS Racing Team’ di Leinders-Kuppens. Ritirata la Nissan GT-R portata in pista dal ‘Gigawave Motorsport’, la quale ha patito una foratura, e la conseguente rottura della sospensione, alla posteriore sinistra quando c’era Michael Krumm al volante, appena scoccato il 50° minuto di gara.  

In GT2 evento da incorniciare per la Porsche 997 GT3 RSR ‘Prospeed Racing’ di Westbrook-Collard, primi attori di un bellissimo sorpasso su Ragginger (compiuto da Westbrook) e di un acceso duello con la Ferrari F430 di Vilander e quella di Perez-Companc (Collard), a 52’ dalla fine.  

La striscia positiva di risultati dopo San Luis ’08 continua per il ‘Pecom Racing’, che oggi ha agguantato una seconda posizione che vale oro per Russo-Perez-Companc.  Terza di classe GT2 un’altra Ferrari, quella di Bell-Kirkaldy del ‘CRS Scuderia’, davanti alla F430 ‘BMS Scuderia Italia’ di Malucelli-Ruberti. Discreto risultato anche per Barba Lopez-Cadei. 

Sesta la Porsche 997 GT3 RSR ‘Prospeed Racing’ di O’Young-Holzer e settima l’onesta Aston Martin V8 Vantage di Mucke-Makowiecki che, nonostante le concessioni datele dalla SRO, ha ottenuto un risultato migliorabile. Nona la 997 di Lucchini-Ragginger, che tanto avevano stupito nell’arco delle Prove Libere e delle qualifiche.  

Mesto ritiro per Vilander-Bruni su Ferrari F430 ‘AF Corse’ e per la 997 ‘Trackspeed’ di Sudgen-Ashburn, uscita di pista alla Bekkets al giro 25 a causa di un incomprensione con una Saleen S7r del ‘Full Speed Racing’.  

FIA GT – Silverstone – Gara (in pdf)

Gabriele Sbrana          

Nella foto, Ryan Sharp e Karl Wendlinger


Stop&Go Communcation

E’ la Saleen S7r #14 di Ryan Sharp e Karl Wendlinger ha portarsi a casa il Tourist Trophy, sul circuito […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgt00_wendlsharp.jpg FIA GT – Silverstone: Grande vittoria per il ‘KplusK’, occasione persa per Maserati