Il campione in carica della categoria Gentlemen Trophy, lo svizzero Pierre Hirschi, si appresta a partecipare al terzo appuntamento del Blancpain Endurance Series previsto in quel di Le Castellet.

Il pilota nativo di Neuchâtel, alla quarta annata di attività con Sainteloc Racing, mira a sovvertire i risultati ottenuti a Monza e Silverstone, come lui stesso ha spiegato: “L’inizio di stagione non si è rivelato soddisfacente per noi, soprattutto se comparato allo scorso anno; a Monza siamo stati soggetti a un problema elettrico e in Inghilterra abbiamo oltrepassato la bandiera a scacchi piuttosto lontano dalla vettura vincitrice. Il problema è che l’Audi R8 LMS Ultra risulta difficile da condurre per un conducente amatore, a causa degli ultimi aggiornamenti installati. Quest’anno condivido il sedile con Claude-Yves Gosselin e regna un’armonia perfetta; altresì, sul circuito italiano siamo stati coadiuvati da Marc Sourd mentre a Silverstone abbiamo gareggiato da soli. La scelta del terzo pilota può influire sul prossimo risultato”.

“Io e la squadra speriamo veramente di concludere la gara di Le Castellet il più possibile vicino al podio. Bisogna essere tuttavia realisti e il principale difetto della nostra automobile è la potenza: purtroppo, la pista suddetta impegna molto il motore e non risiede nel novero delle mie preferite. Ci sono diverse vie di fuga e preferisco tracciati come Spa-Francorchamps, Nurburgring e Silverstone” ha concluso Hirschi.

Gabriele Sbrana 


Stop&Go Communcation

Rivelatosi molto veloce durante il corso della stagione passata, il conducente elvetico si avvicina alla terza corsa di Le Castellet con cautela e diversi punti interrogativi che attendono delle risposte

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/bes-saintelocracing-240613-01.jpg BES – Pierre Hirschi si sbilancia: “A Le Castellet ci aspetta una corsa difficile”