Prima vittoria stagionale per la Mercedes AMG GT3 con la #85 di HTP Motorsport grazie a Baumann, Jaafar e Buhk, che si sono imposti davanti all’Audi #1 di WRT dei fratelli Vanthoor e Vervisch e alla Lamboghini #16 del Grasser Racing Team con Bortolotti, Bleekemolen e Ineichen. In Pro Am, invece, gioiscono gli uomini del Black Falcon con la Mercedes #56, mentre in Am Cup il primo posto è andato alla Ferrari 488 GT3 #488 del Rinaldi Racing.

Partenza ottima per la Lamborghini di Bortolotti (dopo la Pole Position nella mattinata) la quale mantiene il primato sull’Audi, BMW e Bentley, che si danno battaglia sin da subito per avvicinarsi alla vettura italiana. La Bentley #8 però accusa da subito dei problemi alle sospensioni e si precipita nel garage per le riparazioni.

Nel frattempo l’Audi #74 di ISR dimostra di avere un ottimo passo e, giro dopo giro, si avvicina alla Lamborghini #16 di Bortolotti, costretto a difendersi anche a causa dei doppiaggi. Le due vetture allo scoccare della prima ora eseguono il pit stop, Ineichen prende il posto di Bortolotti sulla Lamborghini #16, mentre sull’Audi #74 sale Hassid. Al rientro in pista la Lamborghini resta in prima posizione e vede sopraggiungere l’Audi #1 di Vanthoor (Dries); alle loro spalle ci sono le due Mercedes AMG GT3 del HTP Motorsport. L’Audi #74 di ISR resta leader in Pro-Am, davanti alla Ferrari #34 e Mercedes #56.

Quando il cronometro segna meno 1h43” alla bandiera a scacchi, la Lamborghini subisce il sorpasso dell’Audi #1 e a sua volta della Mercedes #84, che prende la testa. Subito dopo la Mercedes passa l’Audi e la Lamborghini tenta il recupero sulla #1, senza tuttavia riuscirvi. La Mercedes #84 allunga con Jaafar.

Quando manca un’ora e venti minuti alla fine, a causa della presenza di detriti in pista, viene messa fuori la FCY. Alla ripartenza l’Audi #1, con un guizzo, passa la Mercedes #84. La McLaren #58 (vincitrice a Monza) lotta con l’Audi #26 per la 6a piazza in weekend abbastanza in salita rispetto al primo dove tenne dietro la Mercedes.

Ad un’ora dal termine è sempre la Mercedes #84 in testa, più dietro l’Audi #1 e Lamborghini #16. Contatto tra la Porsche #76 ed una Bentley che danneggiano la parte anteriore della 911 GT3 R; anche la Ferrari #46 ha dei problemi: la sospensione posteriore sinistra è infatti completamente distrutta. Questo costringe la direzione gara a chiamare in causa la Safety Car.

La Pace Car sta fuori oltre un quarto d’ora e alla ripartenza mancano venti minuti, quando inizia la lotta tra Mercedes e Audi che staccano subito il gruppetto. In Pro-Am resta leader l’Audi #74 di ISR Racing, in Am il nuovo leader è la 488 del Rinaldi Racing. Mentre Vanthoor è all’inseguimento di Buhk, tra la BMW #99 di Eng e la Mercedes #85 di Dontje è pura lotta per la quarta posizione, con il terzo posto consolidato dalla Lamborghini #16 di Bleekemolen.

La Mercedes del HTP Motorsport va a vincere la sua prima gara stagionale nell’Endurance Cup dopo il podio conquistato a Monza. In Pro-Am vince la Mercedes #56 del Black Falcon, chiude la Ferrari #488 del Rinaldi Racing che si prende la vittoria in AM Cup.

La prossima gara dell’Endurance Cup sarà la 1000 km del Paul Ricard, sabato 25 giugno.

Classifica completa

Matteo Milani


Stop&Go Communcation

Prima vittoria stagionale per la Mercedes AMG GT3 con la #85 di HTP Motorsport grazie a Baumann, Jaafar e Buhk […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/timthumb.jpg BEC – Silverstone: Trionfo Mercedes in Pro e Pro Am Cup, in Am Cup vince Rinaldi Racing