Paolo Porro navigato da Paolo Cargnelutti su Ford Focus WRC ha vinto il 26° Rally della Marca, terza prova del Trofeo Rally Asfalto, serie tricolore organizzata da ACI – CSAI. La corsa veneta, curata nei particolari dalla dinamica Marca Racing, ha rivelato tutto il suo fascino durante le selettive nove prove speciali. Il pilota comasco ed il navigatore friulano della Bluthunder Racing hanno rafforzato il comando in campionato con il secondo successo consecutivo, dopo la vittoria al Rally Valli Pordenonesi, precedendo sul podio i vicentini di Bassano del Grappa Massimo Gasparotto e Renato Bizzotto sulla Peugeot 206 WRC e gli altri lariani Felice Re e Mara Bariani sulla Citoren Xsara WRC. Ai vincitori andrà, tra gli altri premi, l’iscrizione gratuita al Rally San Martino di Castrozza, 6^ prova del TRA del 19 luglio. Porro si è portato al comando sin dalla prima prova, perfettamente coadiuvato dalla sua performante world rally car e da una giusta scelta di gomme, fattore determinante soprattutto nel primo giro di speciali.

Il pilota di Como, vincitore di ben 5 crono, ha saputo respingere i ripetuti attacchi portati dal portacolori del Rally Team Gasparotto, che si è permesso più volte di attaccare la vetta vincendo 2 prove speciali. Purtroppo il bassanese ha pagato caro l’aver percorso circa tre Km in prova dietro un altro concorrente, attardato da un’uscita di strada, che si è accorto in ritardo della WRC. Gli altri comaschi della Errepì Racing Felice Re e Mara Bariani hanno inseguito per l’intera gara con l’ammirata Citroen Xsara WRC che però nelle prime battute è risultata troppo ballerina per via di una scelta di gomme non ottimale. Re nella seconda metà di gara ha cercato l’attacco vincendo anche 2 prove.

"Già da ieri eravamo convinti di dover partire in attacco, evitando qualsiasi errore – ha dichiarato il vincitore – Ci siamo riusciti anche grazie alla nostra Ford che non ha mai accusato il minimo problema e sulla quale con il team abbiamo fatto le giuste scelte di set up e pneumatici. Tutto ha funzionato al meglio".

"Il tempo perso per superare un concorrente raggiunto in prova ha compromesso l’attacco alla vetta – ha commentato Gasparotto all’arrivo – La nostra Focus è stata sempre perfetta e noi potevamo lottare più da vicino con Porro, che è stato molto bravo".

"Lo sapevamo sin dalla vigilia che la scelta di gomme poteva essere determinante in ogni senso – sono state le parole di Re al traguardo – abbiamo cercato poi di attaccare ma il divario accumulato dopo le prime tre prove era incolmabile, non abbiamo trovato mai un set up buono, anche se abbiamo cercato di difenderci in ogni modo".

Quarta posizione per l’aostano Elwis Chentre navigato dalla friulana Erica Furlan sull’ottima ma datata Peugeot 206 WRC, risultata troppo ballerina nelle prime battute di una gara dove il driver Ateneo non si è mai trovato perfettamente a proprio agio, sulla P.S. 3 l’accensione di una spia ha allarmato l’equipaggio. Quinto il bresciano Luca Pedersoli un po’ limitato a metà gara da un problema allo scarico della Peugeot 206 WRC, con la quale ha sensibilmente aumentato la sua confidenza, ma paga il minor aggiornamento rispetto alla concorrenza. Sesta piazza per il bergamasco Devid Oldrati un po’ in affanno con la sua Peugeot 206 WRC.

Settimo nell’assoluta con successo tra le S2000, il giovane locale Marco Signor, agile sulle strade di casa con la Grande Punto Abarth, sempre abile e bravo a difendere la posizione anche quando nella P.S. 5 ha rotto la barra stabilizzatrice posteriore. A seguire un altro locale su Peugeot 207 S2000 Andrea Biasiotto, che alla sua prima volta su una 4×4 si è più volte avvicinato al leader di categoria. Il pavese Michele Tagliani con due ultime prove in attacco è riuscito a chiudere al nono posto e salire sul podio delle S2000, superando sul finale il ligure Alessio Pisi, decimo ed autore di una gara rivolta in prospettiva campionato con l’Abarth Grande Punto. Finale scoppiettante nel Trofeo Renault Clio R3 Rally Top, Federico Gasperetti, partito in attacco e subito balzato al comando, fino alla penultima speciale quando una foratura gli è costata 3 minuti. Pronta vittoria e 11^ posizione nell’assoluta del bresciano Luca Tosini navigato da Simona Girelli, sempre protagonista in garaca. Secondo il sempre brillante toscano Stefano Bizzarri, riuscito nell’impresa dopo una giornata alle prese con vari problemi. Il toscano Umberto Consigli ha usato tutta la propria esperienza nei monomarca per primeggiare nel Trofeo Peugeot Competition "207 Rally Cup", precedendo sul traguardo l’emiliano Roberto Vescovi, che ha mollato un po’ la presa dopo un entusiasmante duello iniziale sul filo dei decimi di secondo. Nell’altro vivace monomarca Citroen C2 R2 Rally Cup, è emerso il bellunese Massimo Cesa, davanti allo sloveno Humar ed al vicentino Caliaro. Successo in gruppo N per il locale Ivano Cenedese su Renault Clio RS, seguito dal friulano leader di campionato Fabrizio Martinis su vettura uguale.

Tra i principali ritiri da segnalare dopo la P.S. 3 Kimi Raikkonen il pilota finlandese della Ferarri F.1, è stato costretto all’abbandono per i danni alla ruota posteriore destra in seguito ad una toccata. Il comasco Marco Silva ha dovuto abbandonare la corsa al primo parco assistenza per dei problemi all’idroguida della nuova Ford Focus WRC. Sulla P.S. 5 è uscito di scena anche il napoletano Fabio Gianfico, che ha forzato troppo la frizione della sua Peugeot 207 s2000 nel tentativo di rientrare in carreggiata dopo un’uscita di strada. Sul crono d’apertura ritiro per uscita di strada per il lariano Giorgio Ballabio su Toyota Corolla WRC, per uscita di strada.

Classifica dei primi 10: 1. Paolo Porro – Paolo Cargnelutti (Ford Focus WRC) in 1h20"57"4; 2. Gasparotto – Bizzotto (Ford focus WRC) a 31"3; 3. Re – Bariani (Citroen Xsara WRC) a 38"8; 4. Chentre – Furlan (Peugeot 206 WRC) a 1’46"9; 5. Pedersoli – Romano (Peugeot 206 WRC) a 2’42"4; 6. Oldrati – Fappani (Peugeot 206 WRC) a 3’28"5; 7. Signor – Barone (Grande Punto Abarth) a 3’34"1; 8. Biasiotto – Tomasi (Peugeot 207 S2000) a 3’40"2; 9. Tagliani – Pericotti (Abarth Grande Punto) a 5’33"1; 10 Pisi – Florean (Abarth Grande Punto) a 6’24"8

Classifica ufficiosa Trofeo Rally Asfalto dopo tre gare. Conduttori: 1. Porro punti 26; 2. Re 20; 3. Chentre 15; 4. Pedersoli 9; 5. Gasparotto e Rossetti 8; 6. Pisi, e Zannier 5; 8. Silva 4; 9. Martinis e Oldrati 3; 10. Laganà, Signor e Gulfi 2

Nella foto, Paolo Porro in azione al Rally della Marca


Stop&Go Communcation

Paolo Porro navigato da Paolo Cargnelutti su Ford Focus WRC ha vinto il 26° Rally della Marca, terza prova del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/porro1.jpg Trofeo Asfalto – Rally della Marca – Report: Vittoria e leadership per Porro-Cargnelutti. Amaro ritiro per Kimi Raikkonen