Sabato scatta la fase finale del Trofeo Rally Asfalto. Con le spettacolari World Rally Car i protagonisti della serie nazionale CSAI si danno appuntamento a Castelnovo Ne’ Monti, in provincia di Reggio Emilia, per dar vita alla prima delle due sfide determinanti all’assegnazione dei titoli, la successiva si correrà in novembre al Rally di Como. La 36° edizione del Rally Appennino Reggiano è prova decisiva non solo per l’aggiudicazione del Trofeo Rally Asfalto Csai 2012 ma anche per quelli dei campionati monomarca Citroen Racing Citroen Ds3 R3T e Suzuki Rally Cup, riservato alle compatte Swift Sport 1.6

Archiviate le sei tappe dei due Gironi, alla prova emiliana Felice Re, Paolo Porro e Corrado Fontana si ritrovano uno di fronte all’altro in uno scontro che li lancerà al vertice della classifica congiunta che scaturirà all’arrivo di Castelnovo. Una sfida accesa tra i comaschi, dalla quale uscirà colui che meglio di altri saprà adattare assetti, gomme e guida alle impegnative prove speciali dell’Appennino.

Al volante della Citroen C4 WRC, Re parte nel non facile ruolo di favorito d’obbligo; dall’alto della doppia affermazione nella gara emiliana negli anni 2008 e 2009, delle tre vittorie consecutive con le quali quest’anno ha liquidato la pratica del Girone A e per l’aver già battuto gli avversari nell’unico confronto diretto al Rally della Marca. Ma le quotazioni di Porro e dello stesso compagno di squadra Fontana Junior – che il TRA lo ha già vinto nel 2003 – sono decisamente salite dopo il Rally del Friuli e del recentissimo San Martino di Castrozza, che si sono spartiti. Entrambi, a bordo di recentissime Ford Focus WRC, hanno evidenziato un crescente feeling che può consentir di prendersi la rivincita nei confronti del pilota Citroen.

Il locale Roberto Vellani su Peugeot 207 S2000 ed il pugliese Francesco Laganà con la Mitsubishi Lancer R4 si sfidano per la supremazia di categoria mentre il veneto Federico ha il doppio compito di mantenersi nei quartieri alti della graduatoria assoluta della serie nazionale ed in quello del monomarca della Citroen Italia Racing Trophy che si corre con la Citroen DS3 R3T. Con le Renault Clio, nella R3 sono chiamati a sfidarlo il torinese Pierluigi Maurino e Filippo Bravi, quest’ultimo in lizza anche per l’affermazione della Under 23. A bordo della Suzuki Swift Sport 1600 l’aostano Corrado Peloso punta al titolo del Gruppo N ed è impegnato a rincorrere la leadership nella stessa Suzuki Rally Cup, mentre Michele Modugno con la Citroen C2 è il favorito per la conquista della classifica nazionale per le vetture R2.

Per la penultima tappa del monomarca Citroen sono schierati sette equipaggi compreso il primo della graduatoria Andrea Crugnola, il varesino con all’attivo tre affermazione consecutive ed ha scavalcato al comando delle operazioni il toscano Rudy Michelini, precedendo il comasco Alessandro Re, erede di Felice, il valtellinese Alex Vittalini, il piacentino Gabriele Cogni, Federico Tagliapietra.

La quinta edizione della Suzuki Rally Cup va verso il gran finale. Entra nella fase decisiva la fortunata serie monomarca promossa dalla filiale italiana della Casa di Hamamatsu e si presenta per la prima sfida a doppio coefficiente di attribuzione del punteggio con tredici equipaggi capitanati dal piemontese Matteo Giordano a controllare gli attacchi dell’aostano Peloso, del cuneese Damiano Defilippi, dell’emiliano e campione in carica Claudio Gubertini. Al via anche la svizzera Stephanie Le Coultre con la Suzuki Swift Sport 1.6 alimentata a Gpl della BRC Racing Team.

E poi all’Appennino Reggiano vi sono diversi “fuori concorso”, come Antonio Rusce che con la Citroen C4 WRC potrà ambire alla affermazione assoluta, e punterà ad una bella prestazione Pietro Pensierini con la Peugeot 206 WRC. Marco Vallario può far molto bene in Gruppo N4 con la Mitsubishi Lancer a giocarsela con il toscano Federico Gasperetti con la Renault Megane N4; c’è il finlandese Mikko Pajunen con la Renault Twingo R2 ed anche quei piloti locali che non vogliono mancare alla gara di casa. In R4 Marco Belli potrà far valere la sua esperienza con la Mitsubishi Lancer, Ivan Ferrarotti si presenta al volante di una Abarth Grande Punto Super 2000, rientra una tantum il più giovane dei fratelli Gatti, Davide con una Peugeot 207 S2000, quindi Marcello Nicoli con una Renault Twingo R2.

Un rally “compatto” l’Appennino Reggiano 2012, ma sempre divertente e di grande fascino. Le otto prove speciali sono distribuite tra la sera di sabato ed il giorno seguente, per complessivi 124 km di tratti cronometrati. A Castelnovo Ne’ Monti si terranno partenza, arrivo e parchi assistenza. Venerdì 21 settembre ricognizioni a partire dalle ore 11 e verifiche sportive e tecniche in serata. Sabato 22 ultime verifiche e shakedown, poi il via alla gara dalle 16,31 con arrivo al riordino per il riposo notturno a partire dalle 21. Domenica 23 ultima parte del rally con uscita dal riordino dalle 7,01 ed arrivo finale dalle 12,30 e infine la pubblicazione delle classifiche finali alle ore 13,00.


Stop&Go Communcation

Sabato scatta la fase finale del Trofeo Rally Asfalto. Con le spettacolari World Rally Car i protagonisti della serie nazionale […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/wrc-200912-01.jpg TRA – All’Appennino Reggiano la prima finale 2012