In attesa si un possibile rientro nel WRC, a distanza di dieci anni dall’ultima apparizione in forma ufficiale, la Toyota ha deciso di iscrivere tre vetture al campionato rally sudafricano, che inizierà l’otto marzo a Durban. La casa giapponese si presenterà al via con tre Yaris S2000, che saranno affidate a Giniel de Villiers, Johnny Gemmell e Leeroy Poulter. Il primo è un volto noto per gli appassionati dei raid, visto che per il secondo anno consecutivo ha affrontato la Dakar con una Toyota.

Gli altri due equipaggi saranno composti dai campioni sudafricani dello scorso anno Johnny Gemmel e Carolyn Swan, che saranno affiancati da Leeroy Poulter e Elvene Coetzee. In questi mesi i due piloti hanno lavorato duramente per sviluppare la Yaris S2000, che sostituirà in gara la Auris.

Questo cambiamento presuppone un reale interesse della Toyota verso la serie iridata, visto che sarebbe proprio la Yaris la vettura designata come erede della Celica e della Corolla nel Mondiale.

“Abbiamo deciso di affrontare questa nuova sfida perché crediamo che rappresenti una buona opportunità per il nostro marchio”, ha dichiarato il team manager Glyn Hall. “La Yaris rappresenta perfettamente lo stile Toyota, ha un aspetto sensazionale e una tecnologia avanzata”.

La vettura, sviluppata in versione Super 2000, non potrà gareggiare nelle gare titolate FIA, visto che Jean Todt ha bloccato la produzione di nuove vetture aspirate nel 2011, concedendo la possibilità di gareggiare solo ai modelli già omologati. Le due Yaris S2000 avranno una livrea bianca, rossa e verde, con lo storico sponsor Castrol.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

In attesa si un possibile rientro nel WRC, a distanza di dieci anni dall’ultima apparizione in forma ufficiale, la Toyota […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/rally-280213-01.jpg Toyota entra nel campionato sudafricano con tre Yaris S2000 ufficiali