Il fine settimana scorso si è concluso positivamente per il Tecno Junior Team, il 14^ Rally dell’Adriatico, corso nell’entroterra marchigiano. L’equipaggio composto da Simone Campedelli e Danilo Fappani, primi a partire, quindi con qualche difficoltà in più rispetto agli equipaggi che partivano nelle retrovie Un primo giro di speciali piene di ghiaia, hanno limitato un po’ le possibilità di esprimersi al meglio per il giovane pilota, che ha concluso in 10° posizione assoluta con un distacco dal primo di 50 secondi; distacco che non ha preoccupato nè il giovane pilota, nè tanto meno il suo Team, difatti nelle otto prove speciali successive, Simone e Danilo, hanno dovuto affrontare una gara tutta in salita, salita che li ha portati fino alla seconda posizione assoluta. “E’ stata una bella gara, difficile, in quanto partivo con il numero uno, ma veramente bella. Un primo giro sofferto dalla molta ghiaia presente sul percorso, ma partire con il numero uno non ha mai fermato nessuno, neanche me e Danilo, che abbiamo fatto una seconda parte di gara tutta in salita, con l’obbiettivo, di arrivare a podio, e alla fine ci ha premiato la seconda posizione, e con lei, anche il secondo posto in classifica generale”.

Gara non molto fortunata per l’equipaggio formato da Mauro Trentin e Flavio Zanella, i quali sono stati costretti al ritiro per problemi al cambio della Mitsubishi Lancer Evo IX. L’equipaggio, preparatosi all’evento con molta professionalità, avendo sostenuto dei test specifici e continuando quello che è il feeling con il fido navigatore Flavio Zanella, per quanto riguarda la preparazione tecnica alla gara, purtroppo hanno dovuto lasciare la compagnia alla fine del primo giro per alcuni problemi al cambio, che da regolamento non può essere sostituito nelle gare del trofeo terra e quindi con molto dispiacere da parte di tutto lo staff tecnico, arriva la decisione amara di ritirarsi dalla manifestazione. Rimane comunque all’equipaggio la soddisfazione di buoni tempi fatti segnare nelle prime PS della giornata. “Sono molto dispiaciuto, di non aver portato a termine la gara” dice il pilota Mauro Trentin. “Una gara bella, veloce e molto tecnica, dove sarei voluto arrivare almeno in zona punti”.

Il 14° Rally dell’Adriatico, è un’altra gara che, con il suo caldo, ha messo a dura prova le risorse umane e i mezzi di lavoro, ma comunque conclusosi bene.  Tre i portacolori della Scuderia Rubicone Corse, Simone Campedelli, con Danilo Fappani, Mauro Trentin con Flavio Zanella e Federico Martelli con Carlo Pisano. Il giovane Campedelli, ha portato a termine una gara perfetta, condotta nel miglior modo che ha dato un ottimo risultato, il secondo posto assoluto, pur partendo con il numero 1 sulle fiancate; ciò significa che il primo giro di speciali non avrebbero fatto testo per una classifica finale difatti, dopo il primo parco assistenza, il giovane occupava la decima posizione, per poi nelle restanti otto prove recuperare su tutti fino alla seconda.

Anche Federico Martelli in coppia con Carlo Pisano, ha mostrato le sue capacità, notoriamente molto elevate; nella prima parte di gara l’equipaggio si è portato fino alla quinta posizione assoluta. Finalmente la prima gara dove il pilota sammarinese, riusciva ed esprimersi nel migliore dei modi, poi un problema meccanico, lo fa retrocedere fino alla settima posizione assoluta, posizione che non soddisfa il pilota, che ha condotto una gara perfetta e pulita, non commettendo nemmeno un errore.
Gara non positiva per Mauro Trentin e Flavio Zanella, costretti al ritiro dopo il primo giro di speciali per problemi alla frizione e al cambio. Il prossimo appuntamento per i portacolori della Scuderia romagnola, nel Trofeo Terra, sarà il San Crispino, gara organizzata dalla Scuderia Rubicone Corse e valevole per il CIR.


Stop&Go Communcation

Il fine settimana scorso si è concluso positivamente per il Tecno Junior Team, il 14^ Rally dell’Adriatico, corso nell’entroterra marchigiano. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rubicone1.jpg Rubicone e Tecno Jr. a podio al 14