È iniziato il conto alla rovescia per Rallylegend 2011, nona edizione dell’evento, atteso e abbracciato da appassionati di tutta Europa. Fervono i preparativi per mettere a punto, con la massima cura, i tanti settori in cui si articola Rallylegend, con particolare attenzione per la sicurezza della grande massa di spettatori che affluirà sulle prove speciali. A questo scopo lo staff organizzativo ha integrato i suoi ranghi con la grande esperienza di Tiziano Siviero, navigatore di Biasion nei due titoli iridati, che coordinerà appunto lo staff sicurezza di Rallylegend.

È un elenco iscritti di grande qualità quello di Rallylegend, ma anche le Legend Stars, senza cronometro ma con tanto spettacolo in speciale, promettono grandi cose. Rallylegend, nelle categorie Historic, Mith e Trofeo WRC, vedrà schierati Juha Kankkunen, Timo Salonen, Marcus Gronholm: come dire sette titoli mondiali in tre, con Gustavo Trelles più volte iridato Gruppo N.. Ma della partita saranno anche i campioni di casa nostra, che tanti titoli e gare hanno vinto anche all’estero. Dario Cerrato (Delta Integrale), Federico Ormezzano (Talbot Lotus), Bruno Bentivogli (Alfetta GTV6), per esempio. A loro si aggiungono tanti altri fuoriclasse fra i quali spiccano Manrico Falleri (Lancia Delta), il sempreverde Italo Ferrara (Delta HF), Giovanni Galleni (Opel Ascona 400), Luca Ambrosoli (Porsche 911), Mauro Simontacchi (Renault R5 GT Turbo), Simone Brusori (Renault Clio Maxi), Mauro Miele (BMW M3), Alessandro Ancona (Ford Escort RS), Fabrizio Colombi (Opel Manta 400), Marcello Miotto (Delta HF), Marco De Marco (Ford Escort Cosworth), con a fianco il giornalista Andrea Nicoli e l’unico equipaggio “rosa” Fiorenza Soave e Giulia Benedetti (Fiat Ritmo 125).

Tanti gli equipaggi stranieri, provenienti da varie Nazioni (Germania, Francia, Spagna, Ungheria, Svizzera, Slovacchia, Finlandia, Repubblica Ceca, Austria. Nutrita, come tradizione, la partecipazione qualificata degli equipaggi “di casa” della Repubblica di San Marino, tra in quali si evidenziano Denis Colombini (VW Golf GTI), Marcello Colombini (BMW M3), Giuliano Calzolari (Ford Escort RS), Stefano Rosati (Talbot Lotus), Walter Meloni (BMW M3), Giorgio Renzetti (Lancia Delta 16V), David Cesarini (Ford Escort RS 1600), Stefano Guerra (BMW 318 is) e Paolo Diana (Fiat 131 Racing), il giornalista Livio Ceci, che leggerà le note a Giuseppe Bellomare (Porsche 3000 Sc).

Tutto spettacolo per le attesissime Legend Stars, dove si esibiranno, come già annunciato e senza risparmio di “traversi” e di freno a mano, Harri Toivonen, Jacky Ickx, in coppia con il giornalista Emanuele Sanfront, Mikkola-Hertz, Miki Biasion, Per Eklund, insieme a Paolo Valli (Lancia Delta S4), lo spagnolo Xavier Pina (Peugeot 205 T16), Steven Rochingham (Triumph TR7 V8), con Yvonne Metha alle note, Piero Gobbi (Lancia Stratos), Enrico Bertone (Opel Manta 400), Gilberto Bertolini (Fiat 124 Spider). Non potrà essere presente Kenneth Eriksson, che verrà sostituito da Dieter Depping, pilota e collaudatore Volkswagen.

Da segnalare, tra Rallylegend e Legend Show, la presenza di una decina di Audi Quattro, in tutte le versioni gara, un vero record.

Rallylegend ci ha abituato ai record e ancora una volta riesce a stupire. Perché a San marino si raduneranno una ventina di Lancia Stratos Gruppo 4, un numero ed una qualità di presenze che mai, finora, è stata raggiunta. Una opportunità unica pe gli appassionati di lustrarsi gli occhi con un evento unico ed un record ed una soddisfazione mondiale per lo staff di Rallylegend.

Sandro Munari, Bernard Darniche, Tony Fassina, Fabrizio Tabaton, cui si sono aggiunti Adartico Vudafieri e Federico Ormezzano, tutti piloti che hanno vinto, e tanto, con la Lancia Stratos, saranno i testimonial di “Stratos anniversary”, un concorso di eleganza statico e dinamico, con le vetture accompagnate in passerella da altrettante affascinanti hostess, per un vero festival della bellezza, con esibizione alla domenica sulla speciale “The Legend”, per celebrare i quaranta anni della “bete-a-gagner”.

Con Paolo Valli e la sua Stratos Pirelli a fare gli onori di casa, sfileranno tutte insieme, queste splendide vetture, nelle livree più prestigiose cariche di gloria sportiva. Tra queste, Lancia Stratos “vestite” Alitalia, Chardonnet, Aseptogyl, Olio Fiat, Marlboro, Broms Car, poi ancora la affascinante versione Safari rally, la Silhouette Turbo del Giro d’Italia ’77 e la ciliegina della New Stratos, la rivisitazione in chiave moderna. Tra i premi che verranno consegnati al vincitore del concorso di eleganza, in palio un televisore 28″ Hannspree. Rallylegend 2011 avrà la sua chiusura con i fuochi d’artificio del Legend Show, una sfida al calor bianco, al volante di vetture Gruppo B, sempre affascinanti e spettacolari, con alla guida alcuni dei grandi campioni presenti e altri importanti ospiti, presenti per l’occasione. Teatro di Legend Show il percorso della prova spettacolo.

Già quasi al completo i sedici posti dei “big” che daranno vita a Legend Show, tra i quali spiccano Miki Biasion, Hannu Mikkola, Michael Gerber, e, grande novità dell’ultima ora, Paolo Andreucci, il sei volte campione italiano rally e fresco vincitore del Cir 2011, con la Peugeot 207 S2000 e Anna Andreussi a fianco. Lancia 037, Audi Quattro e Quattro S1, Peugeot 205 T16, Lancia Delta S4 le splendide regine che saranno protagoniste di Legend Show.


Stop&Go Communcation

È iniziato il conto alla rovescia per Rallylegend 2011, nona edizione dell’evento, atteso e abbracciato da appassionati di tutta Europa. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/rally-031011-01.jpg Rallylegend 2011: Tanti campioni nell’elenco iscritti