La sesta prova (delle otto in calendario) del Campionato del Mondo Produzione (PWRC), ha confermato Top Run Racing tra i protagonisti di primo piano della stagione. Il Rally del Giappone, concluso in queste ore, vista come una tappa importante per i portacolori della squadra, in modo particolare per Mark Higgins, secondo assoluto prima della gara del sol levante (con due gare in meno di molti suoi antagonisti), ha confermato il momento di grazia dell’intera squadra. Il pilota originario dell’Isola di Man ha concluso la gara in quinta posizione assoluta nella speciale classifica del PWRC, con una gara grintosa, risalendo diverse posizioni dell’assoluta dopo un avvio sofferto a causa della clavicola sinistra rotta in un banale incidente domestico ed operata la settimana antecedente alla gara. Per questo i tecnici della squadra hanno lavorato alacremente per adattare il sedile e lo sterzo della Lancer EVO IX alle condizioni fisiche menomate del pilota, compiendo un vero capolavoro di tecnologia in poco tempo.

Higgins, in gara, è stato la dimostrazione della forza di volontà: addirittura, durante la terza tappa, ha siglato ottimi riscontri cronometrici nonostante il dolore fisico assillante. A fine gara, dunque, il driver inglese ha consolidato la sua posizione da podio sul terzo gradino con 19 punti, con il giapponese Arai ancora primo a 39 punti e l’argentino Pozzo secondo a 22. Tutto questo prima dell’impegno in Irlanda a metà novembre, su un asfalto amico di Higgins, in una gara che conosce molto bene e dove può piazzare la sua firma su una vittoria di effetto, utile per la corsa al titolo. "Purtroppo le mie condizioni fisiche – spiega Higgins – non mi hanno permesso di correre al meglio. Ringrazio la squadra che mi ha supportato in tutto, sia moralmente che praticamente, adattando la vettura alle mie estemporaneee esigenze fisiche, modificando il sedile ed anche il volante. Senza di loro non so come avrei fatto a concludere così bene".

Meno brillante, invece, la gara dell’estone Martin Rauam. Anche in questo caso debuttante in una gara difficile, aveva iniziato l’impegno staccando ottimi tempi, spesso di vertice in gruppo N, prima di venire atardato da una serie di piccoli errori di guida che gli hanno condizionato il risultato finale, tredicesimo di PWRC. Con ciò, comunque, anche Rauam ha dimostrato di possedere i numeri per diventare protagonista, già dal prossimo anno, del PWRC.

Nella foto, Mark Higgins


Stop&Go Communcation

La sesta prova (delle otto in calendario) del Campionato del Mondo Produzione (PWRC), ha confermato Top Run Racing tra i […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Higgins.jpg Pwrc: Higgins non ferma la sua corsa verso il titolo