Si sono accesi i motori al 20° Rally San Crispino – Terra di Romagna, settimo atto del tricolore e quarto del Trofeo Terra. Dopo le verifiche di stamani, seguite dal test vetture da gara e la partenza di stasera alle ore 20,00 da San Mauro Pascoli, domani e sabato 28 luglio si avranno le sfide con il cronometro tra i migliori interpreti italiani di rally. Una gara dal doppio valore, questo in terra romagnola, che avrà anche lo spettacolo delle sfide dei trofei "4×4 Rally" Cup, "Ford Fiesta", "Opel Astra" e "Subaru Cup".
La Rubicone Corse ha messo in scena anche quest’anno alcune novità riguardanti il percorso, in parte ridisegnato: avrà una prova speciale in più rispetto al 2006, altre due saranno completamente inedite ed altre avranno il senso di marcia invertito rispetto al passato. In totale, la gara conta 15 Prove Speciali, vale a dire 151,200 chilometri cronometrati sui ben 780,650 dell’intero percorso. Una notevole rivoluzione, quindi, per rendere il "San Crispino" targato 2007, quello che festeggia il traguardo importante dei venti anni di matrimonio con lo sport, ancora più avvincente. Partenza ed arrivo avverranno nella sede storica della gara, nella bellissima cittadina di San Mauro Pascoli, mentre il quartier generale é di nuovo a Cesena, presso la Fiera, dove sono ubicati riordini e parco assistenza.

SI PREPARA UNA GARA DI ALTO LIVELLO
Sono 68, gli equipaggi verificati, tra i quali c’è davvero il meglio del rallismo italiano del momento. Si attendono i duelli tra i protagonisti della esaltante stagione tricolore 2007 e tra coloro che inseguono il titolo su terra: entrambe le classifiche sono estremamente corte e non certo al sicuro di sorprese. Nel Campionato Italiano, il leader di classifica Giandomenico Basso (Fiat Abarth Grande Punto S2000) cercherà di rintuzzare gli attacchi dei due più agguerriti rivali, il friulano Luca Rossetti (Peugeot 207 S2000) ed il campione in carica Paolo Andreucci (Mitsubishi Lancer EVO IX). "Le prove speciali di questo rally – ha dichiarato Basso al termine del test con la vettura da gara di stamani – sono molto belle e veloci. Per noi è un percorso nuovo, perché abbiamo disputato questa gara nel 2003 ma le prove sono cambiate completamente. La Grande Punto ha finora dimostrato un ottimo potenziale sulla terra, speriamo di andare forte anche qui. Mi piacciono le prove speciali lunghe – conclude il pilota ufficiale del Team Abarth – per questo la mia preferita della prima tappa è la 'Talamello', di quasi 15 chilometri. Non sarà però facile, perché comprende un tratto su asfalto, dove bisognerà prestare attenzione al cambio di ritmo e tenuta degli pneumatici". Sulle arterie sterrate della Romagna sono attesi ad una prova di forza anche Piero Longhi ed Andrea Aghini (Subaru Impreza STI), oltre a numerosi outsider di lusso in grado di arrivare molto in alto in classifica. Si parla di nomi del calibro di Luca Cantamessa (Mitsubishi Lancer EVO IX), di Andrea Dallavilla (Mitsubishi Lancer EVO IX), oltre ad una nutrita schiera di giovani, da Davide Medici ad Andrea Perego, da Matteo Gamba ad Elwis Chentre, anche loro con una Lancer EVO IX. Per proseguire con il trio che si sta giocando il titolo Super 1600, Fabrizio Guerra (Peugeot 206), Ivan Paire e Marco Signor (entrambi su Renault Clio), ai quali si contrappone il sammarinese Alessandro Broccoli con la Opel Corsa S1600. E da seguire con interesse anche il ritorno estemporaneo del bergamasco Alessandro Perico su una Subaru Impreza gruppo N in luogo della abituale Peugeot 207 S2000, vettura con la quale ha interrotto il programma.

Ma si attendono anche gli attori che hanno animato il primo scorcio di stagione del Trofeo Rally Terra, dal leader Emanuele Dati (Subaru Impreza STI), all’attesissimo locale, ovviamente sotto l’ala Rubicone Corse, Simone Campedelli (Mitsubishi Lancer EVO IX), una delle più belle giovani realtà italiane del momento, ed anche l’esperto Stefano Bizzarri (Mitsubishi Lancer EVO IX). Sono loro tre che comandano la classifica della serie delle strade bianche italiane, ma oltre a loro, in cerca di gloria ci sono numerosi altri validi piloti, pronti a piazzare la loro vettura nelle posizioni di vertice. Tra essi vale la pena di citare il pluricampione della terra italiana, il riminese Giuseppe Grossi, che abbandonata la Fiat Grande Punto Abarth S2000, avrà a disposizione una Mitsubishi Lancer EVO IX, poi Gavino Carta (Mitsubishi Lancer EVO IX), l’esperto Bruno Bentivogli (Subaru Impreza Sti), l’umbro Walter Eugeni (Subaru Impreza Sti), Giovanni Manfrinato (Subaru Impreza Sti) e Daniele Ceccoli (Mitsubishi Lancer EVO IX).

ORARI DI GARA
Domani, venerdì 27 luglio la prima giornata di sfide con uscita dal riordinamento alle ore 09,00 ed arrivo della prima frazione alle 20,47, dopo 9 prove speciali.
Sabato 28 luglio il gran finale: altre 6 prove speciali, con uscita dal riordinamento notturno alle 08,45 ed arrivo alle 18,40 in Piazza Mazzini a San Mauro Pascoli, dove avverrà la cerimonia di arrivo con premiazione sul palco.


Stop&Go Communcation

Si sono accesi i motori al 20° Rally San Crispino – Terra di Romagna, settimo atto del tricolore e quarto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Cavallini.jpg Parte stasera l’atteso Rally di San Crispino