Chi cercava conferme le ha avute. Opel, al 26. Rally Costa Smeralda-Sardegna svoltosi lo scorso fine settimana sugli sterrati della Gallura e del nuorese, ha nuovamente mostrato la propria inclinazione ad accettare e soprattutto vincere le sfide più dure. Si parte anzitutto dalla presenza, con ben tredici vetture al via, tra i modelli "Corsa S1600", "Corsa GSI", "Astra GSI", "Astra OPC": nella sostanza le vetture che hanno segnato molte pagine di storia della specialità nell’ultimo decennio, affiancate all’ultimo modello pensato da Opel per le corse su strada, la Astra GTC turbodiesel. Una partecipazione significante, che ha sortito risultati di grande effetto, a partire dalla vittoria di Germano Ongaro, Campione in carica del Trofeo Opel, il quale ha ribadito la forza della GTC tra le vetture a gasolio, arrivando ad un passo dal titolo tricolore di categoria sia in ambito di Campionato Italiano che di Trofeo Rally Terra davanti alle dirette concorrenti predisposte da altre marche automobilistiche.

La Astra GTC si è mostrata particolarmente affidabile su un percorso assai accidentato come quello sardo e sulla stessa linea è stata la prestazione fornita dalla "vecchia" Astra OPC, vettura davvero intramontabile, che ha conquistato il pieno successo tra le vetture a due ruote motrici del gruppo N con alla guida il fiorentino Filippo Grifoni, una presenza sempre piacevole e concreta nel monomarca. Ma non solo, il podio di categoria è tutto sotto la bandiera Opel, in quanto alle spalle di Grifoni si sono piazzati Ongaro ed il locale Fabio Gala per un successo che parla davvero da solo.

Andando poi a vedere da vicino le vicende della due giorni di gara in Sardegna, si nota come il marchio Opel si sia distinto per la forza delle proprie vetture e dei loro interpreti: non ha avuto la stessa fortuna dei vincitori il romagnolo Moreno Novelli, il quale era ai vertici della categoria "due ruote motrici" con l’Astra GTC prima di fermarsi per problemi alla trasmissione ed anche Alessandro Broccoli, con la Corsa S1600 ha avuto la stessa sorte quando comandava la categoria A6, costretto poi alla resa dalla rottura di un mozzo ruota all’atterraggio di un salto. Sempre tra le S1600 ha concluso ottimo secondo di categoria il giovane ventenne tedesco Tim Stebani, alla sua prima esperienza in Costa Smeralda, assecondato da una Corsa S1600 rivelatasi molto performante oltre che affidabile.


Stop&Go Communcation

Chi cercava conferme le ha avute. Opel, al 26. Rally Costa Smeralda-Sardegna svoltosi lo scorso fine settimana sugli sterrati della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ONGARO-21.jpg Opel in gran forma al “Costa Smeralda” con Ongaro e Grifoni