Con le operazioni di verifica sportiva e tecnica trascorse dalle ore 08,00 alle 16,30 presso l’Ente Fiera a Mancasale ed in  contemporanea con lo shakedown, il test per le vetture da gara a Salvarano, il 31° Rally Appennino Reggiano è entrato nel vivo. Il Trofeo Nazionale Asfalto, di cui la gara è la quinta prova, giunge con la classifica provvisoria assai corta e per questo tutti coloro che lottano per il titolo sono ai nastri di partenza con il proposito di sopravanzare gli altri.
 
Nel tardo pomeriggio di oggi, alle ore 19,31, la partenza, avvenuta come consuetudine dall’Ente Fiera, dopo la quale i concorrenti hanno iniziato i duelli con la Prova Speciale di “Canala” (Km. 3,010), il classico  aperetivo spettacolo, preludio della gara vera e propria che si svolgerà nell’arco dell’intera giornata di domani, sabato 30, giugno, con altre otto prove speciali, che i concorrenti affronteranno a partire dalle  ore 08,01, quando cioè usciranno dal riordinamento notturno di Carpineti.
 
Il primo leader in classifica è  il comasco Marco Silva, con la Peugeot 307 WRC, con l’inezia di otto decimi sul pavese Matteo Musti (Peugeot 206 WRC), mentre terzo è il leader provvisorio del Campionato, il cuneese Roberto Botta (Peugeot 206 WRC) a 1”2. Di poco fuori dal podio il bresciano Oldrati (Peugeot 206 WRC) a 1”9, protagonista stamani di uno spettacolare capottamento, senza conseguenze se non alcune parti della carrozzeria danneggiate, durante lo shakedown. Quinta piazza provvisoria per il primo dei reggiani, Marco Gatti, rientrante dopo una lunga pausa con una Subaru Impreza WRC più datata delle vetture dei rivali. Gatti ha chiuso il primo impegno a 2”5 dal vertice. Notevoli anche le prestazioni di altri due reggiani che nutrono grandi speranze per la gara di casa: Marco Bernardelli (Fiat Grance Punto Abarth S2000) è sesto a 4”2 e Davide Medici (Mitsubishi Lancer EVO IX) è subito dietro a 5”7 e buon primo di un gruppo N che si annuncia agguerrito. Non è partito invece il piemontese Emanuele Garosci, appiedato dal motore durante lo shakedown di stamani.

Domani il resto della gara: con tre differenti prove speciali: “Castello” (Km. 8,610), “Trinità” (Km. 19,929) da ripetersi per tre volte e  “Vetto” (Km. 19,030) per due volte) e come nelle ultime due  edizioni la gara si concluderà nel salotto più esclusivo di Reggio Emilia: la bandiera a scacchi sventolerà infatti in Piazza della Vittoria alle 19,00, con la cerimonia di arrivo e premiazione.

Nella foto, Marco Silva


Stop&Go Communcation

Con le operazioni di verifica sportiva e tecnica trascorse dalle ore 08,00 alle 16,30 presso l’Ente Fiera a Mancasale ed […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/com32_silva.jpg Marco Silva primo leader all’Appennino Reggiano su 90 equipaggi