Oltre ad essere uno dei grandi protagonisti del Campionato Italiano Rally, come dimostrato al Mille Miglia quando è stato costretto al ritiro mentre era in seconda posizione, Stefano Albertini sarà uno dei piloti da battere anche nell’International Rally Cup che scatterà venerdì prossimo con il Rally del Taro.

Il pilota bresciano, che sarà navigato ancora da Simone Scattolin, sarà al via della serie con una Peugeot 207 S2000 del team Twister gommata Pirelli.

L’unica differenza rispetto al programma nella serie tricolore è proprio la scuderia, che non è Racing Lions ma la struttura novarese gestita da Sergio Terrini, con la quale Albertini si è già tolto una bella soddisfazione nella passata stagione nell’IRCup, vincendo la classe R3 e due ruote motrici su Renault Clio.

“Sono molto contento di aver trovato un accordo con il team Twister corse per questa stagione, abbiamo collaborato lo scorso anno al Rally di Sanremo e abbiamo fatto bene (concluse quarto, dietro a Basso, Kopecky e Perico, ndr). L’IRCup è un bellissimo campionato, lo affronteremo con il massimo impegno”, ha dichiarato Albertini.

L’IRCup ha un montepremi di 30 mila euro per il vincitore, mentre per la classe S2000 il primo classificato incassa l’esatta metà. Al Taro, il giovane bresciano sarà insidiato da Piero Longhi (Subaru), Felice Re (Citroen), Manuel Sossella (Ford) e Corrado Fontana (Ford), tutti al via su World Rally Car, mentre nella sua classe saranno quattro gli avversari – Capelli, Ballinari, Leoni e Manzini – tutti su Peugeot 207 S2000.

Dopo la gara emiliana, l’IRCup proseguirà con il Rally Prealpi Orobiche, il Casentino, il Valli Cuneesi e il Città di Bassano.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Oltre ad essere uno dei grandi protagonisti del Campionato Italiano Rally, come dimostrato al Mille Miglia quando è stato costretto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/ircup-albertini-peugeot-020513-01.jpg IRCup – Una Peugeot 207 S2000 della Twister per Albertini