C’è grande entusiasmo alla scuderia Etruria. Ha del clamoroso, infatti, il tetto di iscritti raggiunto dal 31° Rally del Casentino, in programma l’1 e 2 luglio prossimi. Sono ben 152 le adesioni pervenute al sodalizio aretino, un limite mai raggiunto dalla gara da quando è rally internazionale. Ma le tante iscrizioni raccolte rappresentano anche il record stagionale (ma non solo…) per i rally internazionali, nonché uno dei migliori risultati numerici considerando tutti i generi di rally e ronde che si svolgono in Italia.

“In un periodo di forte crisi di presenze come quello che sta attraversando il mondo dei rally – commenta un raggiante Loriano Norcini, Presidente del Comitato Organizzatore – centrare un risultato così ci rende felici e ci sprona a dare il meglio. Come cerchiamo di fare sempre”.

Ma non è soltanto la quantità di iscritti che gratifica gli Organizzatori. Di altissimo livello, infatti, sono le presenze di vetture e piloti di spessore, sia nell’IRCup Pirelli, come nella Mitropa Rally Cup, che nei tanti Trofei monomarca che hanno scelto il Rally del Casentino come palcoscenico.

Il Rally del Casentino 2011 sarà valevole, infatti, quale terza prova dell’International Rally Cup Pirelli, è il quinto appuntamento della Mitropa Cup, fa parte del calendario dei più importanti Trofei monomarca da rally, ed è valido anche per il Challenge Internazionale delle Polizie e per l’Open Rally Campionato Toscano CSAI.

Pieno e convinto l’appoggio dell’Automobil Club di Arezzo, mentre al Rally del Casentino hanno dato il patrocinio ed il contributo la Regione Toscana, la Provincia di Arezzo, la Comunità Montana del Casentino e i Comuni di Bibbiena, Capolona, Castel San Niccolò, Chiusi della Verna, Montemignaio, Poppi, Pratovecchio, Stia e Talla. Segni significativi, insieme alla presenza di un main-sponsor di grande levatura come Banca Etruria, di quanto il Rally del Casentino, al di là dell’aspetto sportivo, rivesta una grande importanza dal punto di vista economico e promozionale per il territorio, tanto da essere la manifestazione complessivamente più importante per la splendida vallata aretina.

Sono una dozzina le splendide World Rally Car che, presumibilmente, si giocheranno la vittoria assoluta in Casentino. Il bergamasco Devid Oldrati (Citroen C4 WRC) arriva al terzo appuntamento IRCup Pirelli da leader assoluto, precedendo il piemontese Roberto Botta (Citroen Xsara WRC). Gli altri piloti “armati” di WRC sono leggermente in ritardo, in classifica generale, per qualche disavventura tecnica, e al Rally del Casentino cercano un deciso rilancio. È il caso del vicentino Manuel Sossella (Subaru Impreza WRC), campione IRCup uscente, del bergamasco Claudio Sora (Ford Focus WRC), del lecchese Marco Paccagnella (Citroen Xsara WRC) e del temibile pilota di casa Roberto Cresci (Ford Focus WRC).

A dare loro filo da torcere, per la vittoria assoluta, si presentano il forte comasco Paolo Porro (Ford Focus WRC), il suo concittadino Luca Ambrosoli, che ci prova con una Citroen Xsara WRC, l’esperto veneto Luca Hoebling (Ford Focus WRC), lo svizzero Max Beltrami (Peugeot 206 WRC) e il romagnolo Massimo Maraldi (Subaru Impreza Wc). Da seguire con interesse la presenza della Mini John Cooper Works versione World Rally Car di ultimissima generazione, portata in gara dal fiorentino Marco Cavalieri.

Ma non sono solo le WRC sono da tenere d’occhio per la classifica assoluta. Nell’IRCup Pirelli, dopo due gare, al terzo posto assoluto e primo tra le Super 2000 c’è il bergamasco Stefano Capelli, che in Casentino ritroverà i suoi inseguitori accaniti quali i toscani Gabriele Lucchesi e Cristiano Matteucci ed il biellese Massimo Lombardi, tutti su Peugeot 207 S2000. E tutti attenti alla Proton Satria S2000, nelle mani del veloce bergamasco Matteo Gamba.

Sono ben tredici le vetture Super 1600 iscritte, quasi tutte Renault Clio, velocissime nelle mani di tanti piloti competitivi, tra i quali spiccano il veneto Eddi Sciessere, capoclassifica di classe IRCup Pirelli, il reggiano Davide Medici, i toscani Alessio Santini e Maurizio Straffi, il sammarinese Danilo Tomassini. Presenza spettacolare quanto rara quella di quattro BMW M3 FA8, che con Guarducci, Succi, Rocchi e Guidi promettono show di “traversi”.

Il cuneese Matteo Giordano, ottavo assoluto, guida la classe R3C e il Trofeo Renault Clio, Pierdomenico Fiorese è primo nella classe N4 – dove Tabarelli, Giaquinto e Di Palma sono alla sua caccia – e nel Challenge Polizie IRCup, con la Mitsubishi, il toscano Alessio Beneventi è leader nel Trofeo Peugeot 207 e in classe R3T. Marcello Nicoli è il capoclassifica in classe N3 e nel Corri Con Clio, mentre nel Trofeo Twingo sono primi, a pari punti, il parmense Michele Spagnoli e il piemontese Paolo Amorisco. Il giovane elbano Federico Zini è il leader nella classifica Under 25 Trofeo Flavio Guglielmini. Infine Longo, Fugazza, Castagnoli, Palmieri, Rosi e Paola Fedi guidano, prima del Rally del Casentino, nell’ordine le classifiche della classe N2, N1, A6, A5, FA8 e Femminile.

Mitropa Rally Cup, presenza di prestigio
La Mitropa Rally Cup abbraccia Austria, Slovenia, Germania e Italia, con un calendario di nove gare, delle quali il Rally del Casentino è la quinta. La Mitropa Cup è aperta alle vetture moderne e anche alle auto storiche. Negli ultimi quattro anni è stato il pilota tedesco Hermann Gassner a vincere la classifica assoluta ed anche nel 2011 è il leader provvisorio, con la sua Mitsubishi Lancer Evo X. Sarà ovviamente presente al Rally del Casentino, portabandiera di un plotone di equipaggi del campionato, tra i quali la veloce e bella campionessa slovena Asja Zupanc (Mitsubishi Evo IX), l’italiano Carlo Fornasiero , tre volte vincitore tra le 2 Ruote Motrici, Peter Schauberger (Suzuki Swift), il veloce altoatesino Bernd Zanon, secondo assoluto nella Mitropa Cup con la piccola Peugeot 106 FNn2. E l’aretino Norberto Droandi, ben cinquantadue presenze in Mitropa dal 1995, cercherà di farsi onore sulle strade di casa.

Grandi sfide nei trofei monomarca
Sono ben sedici le Renault Clio R3 iscritte, quasi tutte a caccia del titolo nel Trofeo IRCup. Oltre al leader Giordano e agli inseguitori Caneschi, Bergo e Tosi, occhio a Tognozzi, Gaddini, Spataro e al rientrante Fornaciari. Numerose, esattamente tredici, anche le Citroen DS3 impegnante nella seconda gara del nuovo Racing Trophy. Vescovi, primo al Rally Lanterna, è l’uomo da battere, e Gasperetti, Bruschetta, Cortinovis e Vittalini ci proveranno con impegno. Cosi come i veloci Tagliapietra, Giuseppe Botta, Costenaro, Matteo Brunello e il giovane Re.  Una mezza dozzina le Peugeot 207 impegnate nel Girone IRCup ma anche in lotta per l’accesso alle Finali del Competition Top: Beneventi parte con i favori del pronostico, ma Cogni, Vercesi e Fontanone sono decisi a farsi valere. Con attenzione anche ai “fuori campionato” Strambi e Bettarini. Undici le Renault Twingo Trofeo iscritte al Casentino, dove Amorisco e Spagnoli sono primi in coabitazione, mentre dietro premono Zini, Arici, Camponogara. Folla anche nel Corri Con Clio, dove autorevole leader è Nicoli, mentre gli inseguitori Barbieri, Rocca, Roma, Cairoli, Cassarini, Perocco lottano alle sue spalle. Completano il quadro il Trofeo Citroen C2 R2, con tre vetture al via e leader Caliaro, e il Peugeot 106 Rally Club con Longo e Castagnoli in lotta.

Le vetture storiche in coda al rally
Quasi al completo anche i posti per le auto storiche, che partiranno in coda al rally. Spiccano l’Audi Quattro del tedesco Werner, la Porsche 911 dell’altro tedesco Thull, , la Porsche 914 di Maraldi, la Opel Ascona 400 di Bertelli e la Fiat 131 Abarth di Failli.

Il programma della gara
Il 31° Rally Casentino entrerà nel vivo venerdì 1 luglio, con le verifiche tecnico sportive a Stia e lo shakedown in località Lonnano, presso Pratovecchio. In serata, poi, la sempre affollatissima passerella, sul palco in pieno centro cittadino a Bibbiena, di tutti gli equipaggi che, il giorno seguente, animeranno la gara. Sabato 2 luglio, alle ore 13.31, partenza del rally da viale Garibaldi a Bibbiena verso le otto prove speciali della gara: “Dama”, “Caiano”, “Barbiano”, “Crocina”, e gli interminabili ed affascinanti 35 km della durissima “Talla” a chiudere l’impegno, con arrivo finale, sempre a Bibbiena, nella tarda serata di sabato. Domenica 3 luglio imperdibile premiazione di tutti protagonisti di vertice della gara a Poppi, nella cornice prestigiosa del Castello dei Conti Guidi.


Stop&Go Communcation

C’è grande entusiasmo alla scuderia Etruria. Ha del clamoroso, infatti, il tetto di iscritti raggiunto dal 31° Rally del Casentino, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/rally-280611-06.jpg IRCup – Afflusso travolgente al Rally del Casentino