Tutto come previsto: Freddy Loix, favorito della vigilia, ha vinto il Rally di Ypres per la settima volta in carriera. Sulle strade di casa il pilota belga si è portato inoltre in testa alla classifica generale dell’Intercontinental Rally Challenge, sfruttando nel migliore dei modi l’assenza di Juho Hanninen e la possibilità di guidare per l’occasione una Skoda Fabia Super 2000 ufficiale.

Loix sin dall’inizio ha saldamente mantenuto il controllo della situazione, risultando pressoché imprendibile. Anche la pioggia caduta all’inizio della seconda giornata di ieri non ha messo in difficoltà l’esperto pilota, che ha concluso con un vantaggio di 1 minuto e 41 secondi su Bryan Bouffier. Il francese della Peugeot, vincitore a Montecarlo, sale quindi in piazza d’onore anche nella generale.

Terza posizione per la wild-card locale Hans Weijs, per la prima volta alla guida di una Fabia e capace di aggiudicarsi il Colin McRae IRC Flat Out Trophy.

Si è invece trovato cacciato giù dal podio uno sfortunato Guy Wilks, che dopo un positivo venerdì (era secondo) ha patito due forature nella PS10, precipitando addirittura all’11° posto provvisorio. L’inglese, subita un’altra foratura lenta nella PS15, con tenacia è poi risalito fino alla 6° posizione finale, marcando il miglior crono nell’ultimo tratto.

Fuori gioco Pieter Tsjoen, che nel trasferimento verso la PS11 ha danneggiato il radiatore della sua 207 colpendo un cavalletto di metallo: la perdita d’acqua, quasi impossibile da fermare nonostante l’immediato intervento, lo ha costretto al ritiro. Altra eliminazione è stata quella di Bernd Casier, bloccato dalla rottura del servosterzo alla PS15.

4° ha quindi concluso un po’ a sorpresa il polacco Michael Solowow, alla guida della Ford Fiesta S2000, seguito dall’olandese Patrick Snijers con la Mini Countryman. 7° assoluto Karl Kruuda, davanti a Toni Gardemeister e al nostro Luca Rossetti, vincitore dell’edizione 2007 e leader fra gli iscritti all’Europeo FIA. Il friuliano, a dispetto di un testacoda e di due forature, ha colto un buon 9° posto con la Abarth Grande Punto, seguito da Bernard Ten Brinke e Robert Barrable.

Ko le due Proton, con il nostro Giandomenico Basso andato a impattare contro una pietra nella prima speciale del sabato. Il veneto ha visto così sfumare un possibile e meritato arrivo a punti. Andreas Mikkelsen è ripartito con la formula del SupeRally (svettando pure in quattro PS), così come Thierry Neuville, il quale però è stato nuovamente costretto ad alzare bandiera bianca per la sospensione rotta da un sasso.

Prossimo round per l’IRC alle Isole Azzorre, il 14/16 luglio.

Classifica

01. Freddy Loix – Skoda – 2:40:03:90
02. Bryan Bouffier – Peugeot – +1:41:60
03. Hans Wejs – Skoda – +3:56:90
04. Michael Solowow – Ford  – +6:06:80
05. Patrick Snijers – Mini – +6:20:00
06. Guy Wilks – Peugeot – +6:33:80
07. Karl Kruuda – Skoda – +6:40:60
08. Toni Gardemeister – Skoda – +6:57:40
09. Luca Rossetti – Abarth – +7:25:00
10. Bernhard Ten Brinke – Skoda – +7:37:30


Stop&Go Communcation

Tutto come previsto: Freddy Loix, favorito della vigilia, ha vinto il Rally di Ypres per la settima volta in carriera. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-260611-01.jpg IRC – Ypres, Final Day: Freddy Loix sul velluto di fronte al pubblico di casa