Nell’ambiente dell’emergente casa malese, certo non manca la buona volontà; ciò che difetta, semmai, è l’esperienza. E’ probabilmente questa, una delle ragioni che ha spinto i piani alti di Proton ad affidare la propria Satria Neo 2litri ad un talento ormai consolidato come Chris Atkinson, in una sessione di collaudo tenutasi un paio di giorni fa in Galles.

Nelle ultime settimane, vari erano stati i piloti – Alen, Rantanen, Duval – alle prese con la vettura asiatica, lo scorso anno messasi in mostra nella serie intercontinentale con un debutto che fa ben sperare. Stavolta è toccato all’ex-pilota Subaru, uno dei grandi assenti di questa e della passata stagione mondiale, affiancare il giovanissimo Tom Cave e l’inossidabile Alister McRae; un test rivelatosi alquanto proficuo, anche a detta del boss del team MEM Chris Mellors, e che rappresenta un ulteriore passo in avanti nello sviluppo della promettente Satria.

L’australiano, saltato l’accordo con il Monster WRT che gli avrebbe permesso un ritorno in grande stile nel mondiale, si è anche pronunciato in merito al suo futuro prossimo: “Manca ancora molto alla stagione 2011, ma ci sono state recentemente consultazioni con la scuderia americana; penso che per il prossimo anno il progetto sia quello di schierare anche un’altra Focus, possibilmente cercando di puntare a buoni risultati. Ed io potrei essere la persona che fa al caso loro!”

“Per quanto riguarda il presente, il mio obiettivo è comunque quello di correre e non rimanere inattivo. Potrei anche dare una mano a Ken che, a differenza di molti altri piloti alle prime armi, ha la capacità di ascoltare e la pazienza di imparare: sarà proprio questa la sua forza”

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Nell’ambiente dell’emergente casa malese, certo non manca la buona volontà; ciò che difetta, semmai, è l’esperienza. E’ probabilmente questa, una […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_Atkinson1.jpg IRC / WRC – Un test per Atkinson a bordo della Proton Satria S2000