Sul territorio delle bellissime e longeve Isole Canarie, immerse nell’Oceano Atlantico, davanti alle altrettanto belle coste dell’Africa, andrà in scena il quarto appuntamento dell’Intercontinental Rally Challenge. Tanti i nomi blasonati, quelli che solitamente frequentano l’IRC, ed alcuni outsider che potrebbero tirare qualche scherzetto e tentare di portarsi a casa la coppa del 34° Rally delle Isole Canarie. La tappa spagnola ha sostituito il Principe de Asturias, inizialmente previsto per settembre.

Nella classifica generale, sono tre le Skoda S2000 a primeggiare, rispettivamente di Juho Hanninen, Guy Wilks e Jan Kopecky. Se ci può essere qualche dubbio sul pilota ceco, apparso leggermente in affanno nei primi rally del campionato, Hanninen-Markkula e Wilks-Pugh sono fra i candidati di diritto alla vittoria.

Sul fronte Peugeot vedremo esibirsi Kris Meeke-Paul Nagle, quinti in campionato con 10 punti, ed il belga Thierry Neuville-Nicolas Klinger. La 207 S2000 del driver inglese è una delle favorite alla vittoria, ed il test che ha conseguito nei giorni scorsi ha sicuramente giovato nel trovare un set-up ideale. Neuville ha reso noto di aver scoperto un assetto simile al campione in carica, ottenendo inoltre più confidenza con la vettura. A bordo di altre Peugeot 207 anche Daniel R. Oliveira, Victor Sa, Franz Wittmann e Bruno Magalhaes, quest’ultimo tornato, a suo dire, alla forma mentale e fisica di un tempo; tuttavia, le sue prestazioni durante i primi tre rally sono state modeste.

L’appassionato pubblico dell’Intercontinental Rally Challenge ha eletto lo spagnolo Sergio Vallejo come il favorito alla vittoria, al volante di una Ford Fiesta S2000. Occhi puntati pure sulla Skoda Fabia S2000 di Alberto Hevia, considerato fra i migliori rallisti in circolazione. Attenti quindi a Vallejo e Hevia, saranno loro gli outsider di lusso!

Curiosa la presenza di una Ford Focus WRC, registrata da Alfonso Viera-Victor Perez. L’unica GT iscritta è una Porsche 911 GT3, condotta da Miguel Fuster-Ignacio Avino.

Le speciali percorrenti le Isole Canarie assomigliano a quelle di Catalunya, Madeira e Sanremo. L’asfalto abrasivo, inoltre, offre un ottimo grip; in alcuni tratti si toccheranno i 1600 metri di altitudine, con tutto lo stress che ne deriva per i propulsori.

Gabriele Sbrana

 


Stop&Go Communcation

Sul territorio delle bellissime e longeve Isole Canarie, immerse nell’Oceano Atlantico, davanti alle altrettanto belle coste dell’Africa, andrà in scena […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/MEEKE_31.jpg IRC – Isole Canarie – Preview: In terra spagnola, Peugeot versus Skoda! Ma attenti agli outsider…