Trenta vetture S2000, una Mini Countryman e 124 iscritti in totale. Non è uno scherzo, ma l’elenco ufficiale dei piloti che disputeranno in questo week-end il Rally di Ypres, quinta gara dell’Intercontinental Rally Challenge e valida inoltre per l’Europeo FIA. La trasferta belga ha fatto il pieno come già accaduto in passato, visto che è uno degli appuntamenti più spettacolari del panorama dei controsterzi.

Trenta S2000 dunque: sarà spettacolare la sfida tra Mikkelsen, Loix, Neuville, Andersson e Kopecky, contro gli italiani Basso, Rossetti e Betti. Da tener d’occhio anche la prestazione del Campione Italiano Junior 2010, Stefano Albertini, che torna sulla Renault Clio R3 dopo qualche gara con la Megane N4 non ancora competitiva. Tra i Gruppo N si rivede Fabrizio De Sanctis, in coppia con Antonio Buggelli,su Mitsubishi Evo IX dopo aver corso il round iridato in Portogallo.

Tra i drivers IRC sarà grande bagarre: Juho Hanninen, il grande assente e leader della classifica generale, ha solo tre punti di vantaggio su Jan Kopecky e difficilmente sarà ancora in vetta al termine dell’ultima PS. Il finnico ha indicato in Freddy Loix, quinto nella generale, il favorito della vigilia. “Fast Freddy” sorride ma non si emoziona, godendosi i galloni di ufficiale che si è guadagnato per questo fine settimana. Bryan Bouffier, terzo nell’assoluta, spera di fare un altro miracolo dopo quello Montecarlo.

Il portacolori della Peugeot dovrà giocarsi le sue carte per aiutare il team a portare a casa il titolo costruttori, al momento nelle mani della Skoda. Thierry Neuville, di fronte al pubblico di casa, sta alla finestra essendo quarto e staccato di 10 lunghezze da Hanninen.

Quattro piloti in 10 punti, sfida totale tra i piloti che sanno bene che appuntamenti come questi capitano una volta all’anno. Tra l’altro, dando uno sguardo al campionato, i week-end decisivi da qui alla fine della stagione saranno in Belgio, Portogallo e al nostro Sanremo: ovvio che gli inseguitori di Hanninen vogliano approfittare della sua assenza. Dopo un ottimo avvio di stagione, Luca Betti si presenta ai nastri di partenza del Rally di Ypres da capofila dell’Europeo, pronto a difendere il trono. L’Abarth, non avendo ottenuto buoni risultati nel Campionato Italiano Rally, sembra voler puntare ora sul bistrattato ERC.

Anche se sarà difficile difendersi da un pilota factory, Luca Betti ce la metterà tutta. “Il valore degli avversari non fa che stimolarmi”, ci dice, “e spingermi a dare il massimo. Non sarà facile ma sono fiducioso, perché ho un’ottima squadra e tante persone dietro che danno il massimo per permettermi di essere al pari degli ufficiali. Correrò con la mia determinazione e vedremo cosa succederà”.

Disputato oggi lo shakedown (miglior tempo proprio per Loix), il Rally di Ypres terminerà sabato, dopo 18 prove speciali per un totale di 290 chilometri cronometrati.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Trenta vetture S2000, una Mini Countryman e 124 iscritti in totale. Non è uno scherzo, ma l’elenco ufficiale dei piloti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-230611-01.jpg IRC – Ad Ypres sfida con i piloti dell’Europeo, Loix e Neuville i padroni di casa