Ha finalmente definito il proprio futuro, quella che sarà la sua collocazione nel calendario sportivo 2012, il Rally degli Abeti e dell’Abetone, la cui 30° edizione è prevista per il 2 e 3 giugno prossimi.

Dopo avere comunicato lo scorso gennaio che la propria gara – per motivi legati alla progressiva crisi economica del motorsport – era uscita dalla serie IRCup, quindi non sarebbe stata più un evento internazionale, la A.S. Abeti Racing si è messa in moto per trovare la migliore condizione possibile per una delle gare di riferimento in Toscana, certamente apprezzata anche in ambito nazionale.

Il Consiglio Direttivo del sodalizio sammarcellino, in questi giorni, si è vista accordata dalla Federazione la possibilità di far tornare il Rally degli Abeti e dell’Abetone a far parte del Challenge Rally Nazionali di VI zona, dal cui era uscito a fine 2006 per affrontare la successiva avventura da internazionale. Una notizia che è stata accolta con favore da appassionati, sportivi praticanti ed addetti ai lavori, che non volevano certamente perdere un evento che negli anni ha consegnato allo sport dell’automobile momenti di grande sport, sulla scorta di una grande passione, capacità organizzativa e solidità economica, fattori oggi necessari per proporre rallies di livello.

“Non è stato un passo indietro – commenta Piergiorgio Barsanti, presidente della A.S. Abeti Racing – ma una presa di coscienza necessaria per poter mantenere in vita la gara che riteniamo sia un patrimonio dell’intero territorio della Montagna Pistoiese oltre che dei rallies nazionali. Torniamo con gioia e rinnovati stimoli nel contesto del Challenge di VI zona, la Toscana, dove si trovano alcuni dei rallies italiani più belli ed avvincenti, laddove il nostro rally è cresciuto e si è fatto apprezzare anche fuori dei confini regionali. Auspichiamo che la risposta dei piloti e degli appassionati sarà forte, il Rally degli Abeti e dell’Abetone è dunque pronto a offrire nuove e stimolanti momenti di sport”.

Il lavoro del sodalizio, per festeggiare il prestigioso traguardo dei trenta anni della gara, sta marciando a ritmo sostenuto, il cambio del format comporterà una riduzione certamente del chilometraggio, pur mantenendo un percorso di alto livello. Percorso che sarà ricavato dalla tradizione della gara “più verde d’Italia”, per la quale si sta pensando di reintrodurre la celebre “Ronde di Gavinana”, uno dei primi esperimenti in Italia del genere, forte di contenuti spettacolari e tecnici di elevato livello.

In totale la gara sarà punteggiata da sette prove speciali: la “ronde”, dopo la partenza “tecnica” dal Parco Assistenza di Campo Tizzoro alle 17,31, aprirà la contesa sabato 2 giugno per poi vedere le sfide portarsi tutte all’indomani, domenica 3 giugno, con arrivo finale, a San Marcello Pistoiese, a partire dalla 17,45.

Confermata la logistica degli anni addietro, con il parco assistenza previsto a Campo Tizzoro nella zona industriale ed i riordini a San Marcello (quello notturno tra sabato e domenica) , poi a Maresca ed all’Abetone.

La distanza totale della gara sarà di poco oltre i 250 chilometri con circa 80 di distanza competitiva, vale a dire il 29 per cento del totale.


Stop&Go Communcation

Ha finalmente definito il proprio futuro, quella che sarà la sua collocazione nel calendario sportivo 2012, il Rally degli Abeti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/rally-150312-01.jpg Il Rally degli Abeti e dell’Abetone torna nel Challenge di VI Zona