Sono bastate le prime sei prove speciali, disputate ieri pomeriggio con un tempo particolarmente umido e l’asfalto viscido, a Freddy Loix per accumulare un vantaggio nei confronti dei rivali che potrebbe rivelarsi fondamentale per la conquista del suo ottavo Geko Ypres Rally.

Il belga, che in questa gara sostituisce Jan Kopecky sulla Skoda Fabia S2000 del team ufficiale, ha un vantaggio di 1’36”2 sul francese Bryan Bouffier (Peugeot), vincitore del Rally di Corsica), e di 2’09”0 sul neozelandese Hayden Paddon (Ford). Al termine della prima giornata. Gara virtualmente già chiusa a favore del pilota belga, visto che i due diretti inseguitori non hanno avuto particolari acuti (Paddon ha vinto la PS6), mentre il vero rivale di Loix sembrava Craig Breen, secondo fino alla quinta speciale ma retrocesso in quarta posizione per problemi meccanici.

L’irlandese ha provato a limitare i danni, ma nella giornata di oggi dovrà accontentarsi della lotta per il podio, visto che Hayden Paddon ha “solo” 20” di vantaggio nei suoi confronti. La prima vettura “Produzione” è quella dell’austriaco Andreas Aigner, quinto con la Subaru Impreza R4 e autore di una prestazione maiuscola, visto che si è lasciato alle spalle diverse vetture S2000. A seguire si sono classificati Davy Vanneste (Peugeot) e Hermen Kobus (Ford), che precedono la Mitsubishi Lancer R4 di Andy Lefevere e la Ford Fiesta RRC di Michal Solowow, rallentato da problemi meccanici.

L’equipaggio femminile composto da Melissa Debackere e Cindy Cokealere (Peugeot) chiude la top ten, in difficoltà Jean-Mathieu Lenadri (Peugeot) solo quindicesimo alla fine della prima giornata. Qualche piccolo problemino anche per la Peugeot 208 T16 di Kris Meeke che, nonostante sia la vettura apripista, ha urtato contro una barriera di protezione, tornando al parco assistenza con mezzo paraurti staccato. Oggi sono in programma le ultime quattrodici prove speciali, con le previsioni che annunciano pioggia e qualche schiarimento nel tardo pomeriggio.

Classifica (Top Ten)

  1. Loix/Miclotte – Skoda Fabia S2000 – in 57:56.8
  2. Bouffier/Vanneste – Peugeot 207 S2000 – +1:36.2
  3. Paddon/Kennard – Ford Fiesta S2000 – +2:09.0
  4. Breen/Nagle – Peugeot 207 S2000 – +2:22.2
  5. Aigner/Heigl – Subaru Impreza R4 – +3:17.9
  6. Vanneste/Squedin – Peugeot 207 S2000 – +3:46.9
  7. Kobus/De Wild – Ford Fiesta S2000 – +3:47.3
  8. Lefevere/Vangheluwe – Mitsubishi Lancer R4 – +3:56.1
  9. Solowow/Rozwadowski – Ford Fiesta RRC – +5:22.5
  10. Debackere/Cokelaere – Peugeot 207 S2000 – +5:33.9

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Sono bastate le prime sei prove speciali, disputate ieri pomeriggio con un tempo particolarmente umido e l’asfalto viscido, a Freddy […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/02.jpg ERC – Ypres, Day 1: Freddy Loix ipoteca la vittoria