Il Consiglio Mondiale della FIA che si è riunito a Pechino la settimana scorsa ha ufficializzato le modifiche che saranno inserite nel regolamento del Campionato Europeo a partire dal prossimo anno.

Per aumentare il valore della serie si è deciso che le classifiche generali saranno riservate alle auto R5 e S2000, l’ERC2 sarà creata per i piloti di Gruppo N (le attuali R4), mentre l’ERC3 sarà per le R3, R2 e R1. I Titoli per team, piloti e co-piloti saranno assegnati su 10 gare (numero ridotto dalle 12 che erano), tenendo in considerazione i migliori sette risultati di ciascun concorrente per ERC e ERC2, mentre per ERC3 saranno sei.

Il limite di età per partecipare all’ERC Junior è stato portato a 27 anni per attirare più concorrenti, considerando le limitazioni per i giovani presenti nei campionati nazionali. I piloti iscritti alle Categorie ERC avranno lo status di Prioritari e agevolazioni in fase di registrazione. Solo i piloti prioritari FIA e ERC potranno partecipare alle Prove Libere e alle Qualifiche. Le Prove Speciali sono state aumentate da 200 a 230Km di distanza gara, per garantire un maggiore spettacolo.

Per abbattere i costi verrà ulteriormente ridotto il numero di gomme. Per le auto a trazione integrale ci saranno 18 pneumatici a gara, mentre per quelle a due ruote motrici le gomme saranno 14. Anche i test sono stati ridotti, con un solo giorno a disposizione di ogni pilota prima di ogni rally. Per il calendario ufficiale bisognerà invece aspettare il mese di ottobre.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Il Consiglio Mondiale della FIA che si è riunito a Pechino la settimana scorsa ha ufficializzato le modifiche che saranno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/10653594_569686263157967_3095401130840108115_n.jpg ERC – Più chilometri, meno test: ecco i nuovi regolamenti del 2015