L’acquisizione del ruolo di promoter del Campionato Europeo Rally da parte di Eurosport Events ha garantito una boccata d’ossigeno ad una serie che, nelle passate edizioni, sembrava in netto declino. La firma sul contratto stipulato tra la FIA e la società francese ha garantito la giusta visibilità agli eventi del calendario, ed è riuscita a coinvolgere diversi costruttori e team ufficiali.

Adesso che l’ERC è stato rilanciato sul fronte commerciale, occorre lavorare sodo per garantire un futuro solido al prodotto: “L’anno prossimo sarà un ottimo campionato”, ha dichiarato Francois Ribeiro, direttore della promozione del campionato. “Alla serie parteciperanno le nuove vetture R5, ovvero la Ford Fiesta, la Citroen DS3 e la Peugeot 208, oltre alle 300 auto S2000 ancora presenti sul mercato”.

Il manager francese, da sempre molto attento alle innovazioni, ha chiesto alla FIA una deroga per il debutto della Fiesta R5 al Rally di Ypres. La macchina del team M-Sport sarà omologata il prossimo 1° luglio, mentre la gara belga si svolgerà tre giorni prima.

A proposito del calendario, Ribeiro ha in programma la riduzione degli appuntamenti già a partire dal2014: “Il prossimo anno potrebbe esserci una piccola variazione, che porterà ad un programma di 11-12 eventi”.

Ci sarà anche una maggiore attenzione sulla ripartizione degli pneumatici. “Allo Jannerrallye c’erano 42 tipi diversi di gomme, il team Skoda ha ordinato 80 pneumatici per la sua unica auto iscritta. È un’assurdità, ne ho già parlato con la FIA e loro sono d’accordo. Entro giugno, al più tardi, prenderemo diverse decisioni in merito”.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Francois Ribeiro, direttore della promozione dell’European Rally Challenge, traccia le linee future: spazio alle vetture R5, meno round e limiti sulle gomme.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/erc-rally-170413-01.jpg ERC – Per il futuro ecco le vetture R5, meno gare e meno gomme