Continua il duello tra Craig Breen e Jari Keetoma sulle strade della Lettonia, per il secondo appuntamento dell’European Rally Championship su un fondo misto asfalto-neve. Dopo l’ottimo avvio nelle prime tre speciali disputate ieri, il nordirlandese del team Peugeot Sport ha iniziato la giornata con il miglior tempo nei due primi tratti cronometrati disputati, allungando nella generale a scapito del rivale.

Le restanti quattro PS affrontate oggi hanno comunque dimostrato che le Regional Rally Car hanno qualcosa un più rispetto alle S2000, in un confronto tra vetture turbo e aspirate. La Ford Fiesta RRC gommata DMack e guidata da Keetoma ha infatti fatto staccare il miglior tempo nelle altre prove, facendo diventare il finnico leader della gara. Craig Breen, 23 anni oggi, ha ammesso che la macchina del suo avversario ha un piccolo vantaggio nei suoi confronti, soprattutto nei tratti veloci come quelli odierni.

Il duello al vertice riprenderà domani, con le ultime sei prove speciali da disputare in condizioni atmosferiche migliori rispetto a quelle trovate in questi due giorni e con un chilometraggio più elevato. Salvo clamorosi errori la contesa per la vittoria sarà riservata a loro due.

Sembra infatti difficile che il russo Lukyanuk (Mitsubishi) riesca a ridurre il gap di circa un minuto dal leader. Obiettivo addirittura impensabile per Francois Delecour (Peugeot), che cercherà di conquistare un posto sul podio dopo due giorni difficili. “Cavallo Pazzo”, come venne soprannominato ai tempi della Ford, ha avuto continui problemi di assetto e nella PS6 ha avuto un inconveniente con la portiera lato guida, che si è aperta improvvisamente nonostante la vettura non abbia subito nessun urto laterale. L’equipaggio è stato costretto a rallentare per ovvie ragioni di sicurezza.

Svedas (Mitsubishi), Cerny (Skoda), Plangi (Mitsubishi), Kisiels (Mini), Pushkar (Mitsubishi) ed Egle (Mitsubishi) concludono la top ten. Una nota di merito va assegnata sicuramente al francesino Lefebvre, primo tra le vetture due ruote motrici con la nuova Peugeot 208 R2, davanti all’austriaco Dazinger (Renault).

In difficoltà i fratelli Tempestini, al via con due Subaru Impreza R4: Marco è 38° assoluto davanti all’aostano Chentre (Skoda Fabia R2), Simone è 42°.

Domani, come detto, sono in programma le ultime sei prove speciali, per un totale di circa 100 km cronometrati.

Classifica (Top 10)

01. Ketomaa/Lindstrom – Ford Fiesta RRC – 1.09:19.9
02. Breen/Moynihan – Peugeot 207 S2000 – +12.1
03. Lukyanuk/Arnautov – Mitsubishi Lancer Evo X – +1:03.4
04. Delecour/Savignoni – Peugeot 207 S2000 – +1:17.4
05. Svedas/Sakalauskas – Mitsubishi Lancer Evo X – +2:22.3
06. Cerny/Kohout – Skoda Fabia S2000 – +2:32.0
07. Plangi/Sarapuu – Mitsubishi Lancer Evo X R4 – +2:36.9
08. Kisiels/Ronis – Mini John Cooper Works RRC – +2:51.3
09. Pushkar/Mishyn – Mitsubishi Lancer Evo X R4 – +3:04.8
10. Egle/Dauga – Mitsubishi Lancer Evo X – +3:42.2

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Continua il duello tra Craig Breen e Jari Keetoma sulle strade della Lettonia, per il secondo appuntamento dell’European Rally Championship […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/rally-020213-01.jpg ERC – Lettonia, Day 2: Keetoma nuovo leader, ma Breen non molla