Riparte dalle prove speciali su terra delle Azzorre il Campionato Europeo e la lotta per i due titoli – piloti e costruttori – tra Skoda e Peugeot e i rispettivi portacolori, Esapekka Lappi e Craig Breen, che sono anche i vincitori delle ultime due gare disputate.

La gara portoghese sarà comunque un’incognita per i due giovani piloti ufficiali, che dovranno vedersela con alcuni equipaggi locali con una grande esperienza. Sono ben sei i portoghesi al via delle “Azzorre” con vetture da assoluta, di cui 3 Ford Fiesta R5, una in versione Regional Rally Car e due Super 2000 (una Peugeot e una Skoda). Bruno Magalhaes, Ricardo Moura, Bernardo Sousa, Pedro Meireles, Joao Barros e Diogo Salvi sono i piloti locali che daranno del filo da torcere agli habitué del circus europeo, dove tornerà per la seconda apparizione stagionale (la prima in Grecia) l’italiano Giacomo Costenaro e Justin Bardini (Peugeot 207 S2000).

Tra i più attesi c’è sicuramente Ricardo Moura, che nel 2013 conclusa la gara in terza posizione con una Skoda Fabia S2000, alle spalle del vincitore Jan Kopecky (Skoda, assente quest’anno) e Craig Breen (Peugeot 207 S2000). Il forte pilota portoghese quest’anno sarà al via con una Ford Fiesta R5. “Questa tipologia di vetture rappresenta il futuro della specialità” attacca Moura, che nella sua carriera ha partecipato al Rally delle Azzorre anche con una Mitsubishi Lancer Evo IX. “Corro dal 1999 e questa è la prima volta che utilizzo una vettura nuova”. Per prepararsi all’evento il portoghese ha svolto una sessione di test di circa 50 chilometri con il team M-Sport.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Riparte dalle prove speciali su terra delle Azzorre il Campionato Europeo e la lotta per i due titoli – piloti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/Acores10.jpg ERC – Azzorre: Ricardo Moura punta al top con la Ford Fiesta R5