Entra ufficialmente nel vivo con la giornata odierna, il Rallye Elba, in coincidenza con l’apertura delle iscrizioni, periodo che arriverà sino a domenica 9 aprile.

Il Rally Elba andrà in scena il 14 e 15 aprile prossimi, confermando la propria evoluzione qualitativa dopo che dal 2007 è stato riproposto in chiave moderna dopo anni di pausa. Grazie al forte impegno dell’Automobile Club Livorno – che della gara è proprietaria del marchio – insieme ai tanti appassionati elbani, per i quali il rally è anche una filosofia di vita, sono state infatti coinvolte tutte le Amministrazioni del territorio, che hanno risposto con grande entusiasmo al progetto.

Un progetto che vuole riportare ai fasti di un tempo una delle gare di rally italiane più conosciute al mondo, rinata come innanzi accennato nel 2007 e proposta sino al 2010 come Rally Ronde (una Prova Speciale da correre quattro volte), per passare poi al rango di Rally-2 (Due diverse Prove Speciali da correre due volte) lo scorso anno – prima gara in assoluto in Italia con quella tipologia – per tornare con forza quest’anno ad una titolazione ufficiale, quella di essere la terza prova del Challenge Rally Nazionali della VI zona, la Toscana, una delle regioni trainanti del movimento rallistico nazionale.

La storia dei rally ritorna, dunque. Lo fa certamente grazie ad un impegno comune dell’intera Isola d’Elba ma da quando, nel 2007 la gara è ritornata, è stata idealmente adottata da Porto Azzurro. Con il suo aspetto pittoresco, con le case dai colori pastello che incorniciano il porto sovrastato dall’imponente Fortezza spagnola di Longone e dall’altro dal Forte Focardo, ha accolto ed abbracciato il rally in modo quasi naturale, sulla spinta determinante di un’Amministrazione Comunale che ha creduto immediatamente nella variegata valenza dell’evento, se rapportato al territorio.

Sicuramente mèmori del grande passato del Rallye Isola d’Elba, si è pensato che il ritorno di esso fosse un’occasione unica da sfruttare su più vie, sempre con la mente al territorio. Diverse, le motivazioni: su tutti l’aumentare in termini qualitativi e quantitativi l’incoming dell’Isola con evidente ricaduta economica, trasformando un evento sportivo di valenza nazionale in un prodotto turistico. In questo caso, il “turismo emozionale”, quello riferito direttamente al rally ed a tutti gli appassionati ed addetti porterà all’Elba migliaia di presenze in un periodo destagionalizzato. Vi sono poi i valori importanti dati dallo sport con il suo linguaggio universale, da sempre maestro di vita.

Tanti valori, dunque, quelli letti dal Comune di Porto Azzurro sul tema del Rallye Elba, con in testa oggi il Sindaco Maurizio Papi: coinvolgere, appassionare, fare crescere aspettative socio-economiche e rinnovato apprezzamento intorno all’evento e quindi a tutta l’Isola. E’ questa sorta di slogan, che vuole essere il traino della gara al territorio e viceversa, per tornare a vedere il Rally isolano alle eccellenze di un tempo.

Per questo il Comitato Organizzatore sta lavorando con forte entusiasmo anche con le altre Amministrazioni Locali, dal Comune di Portoferraio, che ospiterà un riordinamento, a Rio nell’Elba, oltre agli altri comuni di Rio Marina, Campo nell’Elba, Marciana e Marciana Marina.


Stop&Go Communcation

Entra ufficialmente nel vivo con la giornata odierna, il Rallye Elba, in coincidenza con l’apertura delle iscrizioni, periodo che arriverà […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/rally-150312-02.jpg Da oggi iscrizioni aperte al Rallye Elba