Foto che vanno e che vengono. Quelle di un Rally dei Faraoni corso una ventina di anni fa e mostrate ai figli chissà quante volte. Michele Cinotto è entusiasta dell’avventura riproposta ai due discendenti e, forte della sua decima posizione assoluta, cerca un nuovo album all’altezza della situazione. E’ visibilmente soddisfatto, l’enfant-prodige di Courgnè. Soddisfatto delle prestazioni offerte dai figli Pietro e Carlo, compagni di un’avventura conclusa davanti alle Piramidi di Giza dopo duemila e passa chilometri di deserto egiziano.

Dice che le dune delle ultime tappe sono state trattate con più leggerezza da tutti gli equipaggi e che la Nissan Pathfinder è stata una degna compagna d’avventura. Prosegue raccontando di non aver sperato in un risultato migliore e che, nessuno, dopo una prima tappa conclusa nelle retrovie, avrebbe scommesso un euro su di loro. Fatto sta che l’appuntamento mondiale di Cross Country ha regalato piazzamenti di tutto rispetto ai tre portacolori italiani. Decima posizione per Michele Cinotto e Fulvio Zini, tredicesima per Pietro Cinotto e Daniele Michi e quindicesima per Carlo Cinotto ed Angelo Mirolo.

Hanno monopolizzato il podio della T2-1, gli equipaggi della famiglia da corsa. Non hanno guardato la classifica, durante la sei giorni egiziana, puntando al sodo: cercare di raggiungere quelle Piramidi raccontate da foto, ormai, ingiallite. 

Gabriele Michi


Stop&Go Communcation

Foto che vanno e che vengono. Quelle di un Rally dei Faraoni corso una ventina di anni fa e mostrate […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/DSC08240.jpg Cross Country – La Cinotto Family brinda tra i Faraoni