Due campioni del Cross Country sbancano la 18. Italian Baja. Il russo Boris Gadasin, in coppia con Dan Shchemel a bordo del G force Proto, si aggiudica per la terza volta in carriera la prova italiana del FIA World Cup Cross Country Rally, mentre il milanese della Suzuki Lorenzo Codecà, navigato da Bruno Fedullo sul Grand Vitara 3.6 V6, s’impone nella classifica riservata al Campionato Italiano Cross country Rally.

E’ terminata l’intensa tre giorni friulana, gara stravolta nel suo tracciato originario per le intense piogge di vigilia, che ha però mantenuto molti dei suoi tratti duri sui quali si sono dati battaglia gli ottanta equipaggi. La prova organizzata da Fuoristrada Club 4×4 e ACI Pordenone ha salutato la prima vittoria stagionale e assegna a Codecà e Fedullo i punti che li lanciano al vertice della classifica della serie Tricolore ACI Csai.

“E’ stata una bella gara tirata nella quale il Grand Vitara ha confermato la competitività data dagli sviluppi apportati nell’inverno, permettendomi prima di lottare con Benazzato, poi di contenere agevolmente gli altri concorrenti”. Uscito di scena da subito il campione in carica Manfrinato, fermo in un fossato nella prima prova speciale, il milanese ha preso il comando della classifica approfittando anche del ritiro di Benazzato per rottura meccanica, chiudendo così al primo posto la prima tappa di sabato. Sostituito il cambio del Grand vitara per precauzione, Codecà ha controllato nel corso della terza e conclusiva giornata di gara tagliando il traguardo col vantaggio di 53” su Ricci, aggiudicandosi anche il Gruppo T1 Tricolore e piazzandosi settimo assoluto.

Il romagnolo della Rubicone Corse ha guidato con convinzione e attenzione il Nissan Navara, duellando con il ferrarese De Angelis che ha chiuso al terzo posto nazionale. Il pilota della Mitsubishi Pajero WRC RalliArt puntava a vincere la gara e, senza il tempo perso nel corso della seconda tappa aiutando il compagno di squadra Colombo, in difficoltà su di un “dosso”, e la rottura del semiasse nell’ultima frazione cronometrata avrebbe potuto anche concretizzare le aspettative, chiudendo però con due minuti di ritardo.

E’ ottimo quarto del Tricolore il pilota di Ariccia Claudio Petrucci, vincitore del monomarca Suzuki Challenge. In coppia con il bresciano Paolo Manfredini, l’alfiere del Paolucci Team ha regolato di 1’20” il salernitano Gennaro D’Alessio e Alfio Bordonaro, secondi del T2 e del trofeo Suzuki, sul Grand vitara 1.9 DDiS preparato da Gierre team. La gara del Trofeo è stata segnata dai ritiri del campione in carica Andrea Lolli, le difficoltà di Mancusi e la non perfetta condizione di Gelosa, che lamentava la  mancanza di potenza del suo propulsore.

E’ stato autore di una gara veloce ma condizionata da problemi tecnici il romano Roberto Caporale, che nel finale ha perso la possibilità di lottare per la vittoria per un foratura, la rottura di un cerchio ed infine la rottura del cambio del Mitsubishi Pajero del Toni team, classificandosi al sesto posto della graduatoria nazionale. Alle sue spalle si è classificato Pierpaolo Larini, il versiliese che ha portato al debutto il “Dust Devil RalliArt” prototipo tipo buggy, unico all’arrivo del Gruppo T3. Solo diciottesimo ha chiuso il lombardo Riccardo Colombo, in rimonta dopo l’errore commesso nella seconda tappa, segnalandosi oggi quale pilota italiano più veloce aggiudicandosi il miglior tempo nelle quattro prove speciali disputate col Mitsubishi L 200 Pick Up.
 
E’ il campione in carica Elvis Borsoi ad aprire la stagione con la vittoria nel Gruppo TH. Il trevigiano, navigato da Renato Faldon sul Mitsubishi Pajero, si è imposto in progressione, iniziando alle spalle di Federico Paloschi, il più veloce nella prova d’apertura. Scivolato nelle retrovie Paloschi, la gara è vissuta sul duello tra il veneto ed il pilota di Sassuolo Mirko Bertoni, con quest’ultimo finito secondo alle spalle del vincitore per 1’01. Al traguardo di Pordenone anche l’unico equipaggio femminile in gara composto dalla friulana Chiara Zoppellaro e dalla siciliana Simona Duro, decime del Gruppo TH a bordo del Daihatsu Rocky 2.8 TD.
 
Classifica dei primi cinque del CI Cross Country Rally: 1. Codecà – Fedullo (Suzuki Grand Vitara) in 2h37”48; 2. Ricci-Fattori (Nissan Navara Ermolli) a 53”; 3. De Angelis – Catarsi (Mitsubishi Pajero Wrc) a 2’1”; 4. Petrucci – Manfredini (Suzuki Grand Vitara) a 3’29”; 5. D’Alessio – Bordonaro (Suzuki Grand Vitara) a 4’49.
 
Classifica di campionato ufficiosa: 1. Codecà punti 45; 2. Ricci 31,5; 3. Petrucci 25,5; 4. De Angelis 24; 5. D’Alessio 19,5.
 
Calendario gare: 20 marzo Italian Baja (Pn); 21 maggio Baja Terre Del Sole (En); 11 giugno Baja Colline Metallifere (Gr); 16 luglio Baja Della Sila (Cs); 2 ottobre Baja Puglia e Lucania


Stop&Go Communcation

Due campioni del Cross Country sbancano la 18. Italian Baja. Il russo Boris Gadasin, in coppia con Dan Shchemel a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/CodecFedullo.jpg Cross Country – 18° Italian Baja: Vincono i russi Boris Gadasin e Dan Shchemel