Vigilia bagnata, vigilia fortunata? Tutta la valle del Primiero fa ovviamente il tifo per il sole, che il meteo promette di elargire senza problemi nelle giornate di venerdì e sabato. Tutto è pronto per il 32° Rally San Martino di Castrozza, sesto appuntamento del Campionato Italiano Rally 2012, che inizierà ufficialmente domani con la passerella delle vetture (start alle 18.30) sulla pedana allestita nel piazzale Sass Maor, ma entrerà nel vivo solo venerdì con le prove speciali della “Gobbera” (11,14 km, start alle ore 9:25, 11:10, 14:40) e di “Sagron” (10,87 km, start alle 10:10, 13:40, 15:30).

In serata la prova speciale “San Martino” (start alle 20:11) sarà l’ultima della prima tappa del CIR e il crono iniziale per la gara valida per il girone B del Trofeo asfalto, per il Challenge di 4° e 5° Zona e per il 3° Historic.

A scattare per prime sul piazzale Rosalpina saranno le vetture storiche, seguite da quelle del Trofeo Rally Asfalto e Challenge di Zona, e infine quelle del CIR, tutte con ordine inverso rispetto al numero di gara. In pratica il campione italiano Paolo Andreucci con la Peugeot 207 S2000 di Racing Lions entrerà in scena per ultimo, come si conviene alla star tricolore. Ma ovviamente le luci della ribalta si concentreranno soprattutto su Robert Kubica, l’ex pilota di Formula 1 finalmente rientrato alle gare almeno nella versione rallystica.

Domenica scorsa ha vinto la Ronde Gomitolo di Lana impressionando tifosi e addetti ai lavori per come ha guidato la Subaru Impreza WRC del team First Motorsport. Ora a San Martino troverà avversari più titolati e un percorso molto impegnativo, l’ideale per verificare le sue attuali potenzialità. Sabato tutta la carovana del rally dovrà affrontare due passaggi su “Manghen” (15,21 km, start alle 10:00 e 14:25) e “Val Malene” (26,87 km, start alle 11:00 e 15:25), e poi concludere in bellezza con l’arrivo e la cerimonia delle premiazioni sul palco in Sass Maor dalle 17:30.

“Il rally è sempre stato un formidabile veicolo di promozione per la località turistica e per le vallate circostanti”, sentenzia Marco Depaoli, un tempo sindaco di Tonadico e ora membro del Consiglio Provinciale di Trento. “Oserei dire che oggi San Martino è conosciuta nel mondo più per il rally che per la bellezza del suo panorama dolomitico e l’ospitalità della sua gente. Quest’anno l’inaspettata partecipazione di Robert Kubica darà un’ulteriore occasione di visibilità e non possiamo che essere lieti del ritorno alle gare di un autentico campione”.


Stop&Go Communcation

Vigilia bagnata, vigilia fortunata? Tutta la valle del Primiero fa ovviamente il tifo per il sole, che il meteo promette […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/rally-130912-01.jpg CIR – Tutto pronto per il Rally San Martino di Castrozza, al via anche Kubica