Secondo centro stagionale nel Campionato Italiano Rally per Paolo Andreucci ed Anna Andreussi (Peugeot 207 S200). E’ accaduto tra ieri pomeriggio ed oggi  nel contesto del 38° Rally di San Marino, quarto atto del Campionato Italiano Rally e  secondo della Coppa FIA Sud Ovest (oltre che quinta del Trofeo Terra).
 
Dodici le Prove Speciali su fondo sterrato teatro della sfida, della quale l’equipaggio  ufficiale di Peugeot Italia ha preso in mano la classifica dalla terza prova speciale, la prima  odierna, senza più lasciarla. Per Andreucci questo è il terzo centro in questa prestigiosa  gara, dopo quelli del 2001 e dell’anno passato e la contesa, per il pilota lucchese di  Castelnuovo Garfagnana era iniziata in salita, con un ritardo pagato al Controllo Orario  della prima prova speciale di ieri, per poi avviare la scalata al successo di oggi. Con questo risultato Andreucci, già vincitore quest’anno alla gara di avvio stagionale del 1000 Miglia, è tornato al comando della classifica generale con un solo punto davanti a Luca  Rossetti, l’ufficiale Abarth alla guida della Grande Punto S2000.
 
La seconda posizione assoluta l’ha conquistata l’ufficiale Skoda, con la Fabia S2000 Jan  Kopecky, al suo secondo risultato utile nel tricolore (che corre per la prima volta) dopo la  vittoria in Salento di quindici giorni fa. Il pilota della Repubblica Ceca ha compiuto una  progressione notevole, dalla undicesima piazza iniziale ha terminato appunto al posto  d‘onore sotto la bandiera a scacchi posta nel centro storico della più antica Repubblica del  Mondo, rilevando la posizione a Rossetti con l’ottava prova.
 
Quest’ultimo ha rischiato infatti grosso con una toccata posteriore e conseguente  foratura con circa 35” persi ed alla fine ha tenuta stretta la terza moneta riuscendo ad  arginare l’attacco finale del compagno di squadra Giandomenico Basso. Il trevigiano, avendo finito la prima giornata in testa ha sofferto molto oggi il fatto di essere partito per  primo sulle strade “spazzando” agli altri che lo seguivano, oltre che per il fatto di aver  lamentato qualche problema tecnico (leva del freno a mano) ed una foratura.  Quinta piazza per il veronese Umberto Scandola, alla sua seconda esperienza con la Ford  Fiesta S2000, al termine di una gara punteggiata da forature, ben tre in due giorni,  nonostante le quali ha saputo rimanere nelle posizioni di vertice.
 
Pregevole sesta piazza per il locale Denis Colombini, con una Peugeot 207 S2000, con la  quale ha conquistato la migliore prestazione per il Trofeo Terra ed ovviamente ha chiuso  primo dei sammarinesi. Proprio tra i conduttori del Titano, la leadership l’aveva in mano sino a due prove dal termine Daniele Ceccoli (Peugeot 207 S2000), per poi fermarsi con  una uscita di strada.  Settima piazza per il tramano Alfredo “Dedo” De Dominicis (Peugeot 207 S2000), autore di  una prestazione regolare con alcune punte di problemi tecnici ovviati con disinvoltura,  ottavo è invece giunto Renato Travaglia (Peugeot 207 S2000), arretrato sino a qui dalla sesta posizione per una foratura patita all’inizio della nona prova speciale. Chiudono la top  ten assoluta un altro locale, il giovane Loris Baldacci (Mitsubishi Lancer EVO IX), in avvio  di gara rallentato da problemi alla turbina e poi bravo a risalire la china della classifica  davanti ad avversari di livello, ed il trevigiano Marco Signor, con la seconda Skoda Fabia  ufficiale.
 
Per la classifica del campionato Produzione la vittoria è andata al valtellinese Andrea Perego e la sua Mitsubishi Lancer Evolution, nonostante abbia corso l’intera gara con l’influenza. In questa categoria aveva comandato per buona parte della sfida il campano Marco Angrisani, prima di arretrare, a tre quarti di gara per problemi al cambio oltre che per causa di un affaticamento fisico.
 
Gara da dimenticare per l’aostano Elwis Chentre (Peugeot 207), uscito di strada nella  prima prova speciale odierna dopo un brillante spunto iniziale ieri, e anche per Piero  Longhi, fermato da problemi alla trasmissione dopo tre prove oggi.  Il Trofeo Loris Roggia, riservato al secondo conduttore Under 25 primo classificato è  andato a Michele Manfrinato, che navigava il papà Giovanni su una Mitsubishi, mentre il  Trofeo Augusto Barducci, riservato al primo conduttore sammarinese, arrivato è stato  appannaggio di Denis Colombini.

Classifica

01. Andreucci-Andreussi (Peugeot 207 S2000) 2h 06:07.0
02. Kopecky-Stary (Skoda Fabia) a 32.5
03. Rossetti-Chiarcossi (Abarth Grande Punto) a 50.4
04. Basso-Dotta (Abarth Grande Punto) a 57.0
05. Scandola – D:Amore (Ford Fiesta Super 2000) a 1:20.8;
06. Colombini-Ercolani (Peugeot 207 Super 2000) a 3:12.9
07. Dedo-Daddoveri (Peugeot207 Super 2000) a 3:56.8
08. Travaglia-Granai (Peugeto 207 Super 2000) a 4:27.0
09. Baldacci-Biordi (Mitsubishi Lancer) a 4:51.6
10. Signor-Barone (Peugeot 207 Super 2000) a 5:19.7


Stop&Go Communcation

Secondo centro stagionale nel Campionato Italiano Rally per Paolo Andreucci ed Anna Andreussi (Peugeot 207 S200). E’ accaduto tra ieri […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-040710-011.jpg CIR – San Marino – Final Day: A Paolo Andreucci la 38esima edizione del rally del Titano