Il 38° Rally di San Marino è scattato ieri pomeriggio, con la cerimonia di partenza svoltasi poco dopo le 15:30 nel Centro storico della più antica Repubblica del Mondo. Valido quale quarta prova del Campionato Italiano Rally, come seconda sfida della Coppa Regionale FIA Sud-ovest e quinta anche del Trofeo Rally Terra oltre che  valida per il Challenge di quinta zona, ha dato il via alle sfide con due prove speciali, due giri della “Sestino” (da 19,96 km), in Toscana. Il qualificato plateau dei partenti ha immediatamente acceso la competizione in tutte le classi ed al comando della giornata ha concluso il trevigiano Giandomenico Basso, in coppia con Mitia Dotta, sulla Abarth Grande Punto S2000 ufficiale.

Il Campione Europeo in carica aveva siglato la terza miglior prestazione cronometrica al termine della prima fatica (dietro ad Andreucci e Rossetti) per poi firmare la seconda miglior prestazione sulla seconda (la PS2 è stata vinta da Longhi) e chiudere così davanti a tutti. Seconda piazza provvisoria per la vettura gemella – anche essa ufficiale Abarth – affidata a Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi, staccati di 5″1 mentre terzo a 7″7 è l’aostano Elwis Chentre, in coppia con Erica Pogliano. Il campione in carica Paolo Andreucci, con Anna Andreussi sulla Peugeot 207 S2000 di Peugeot Italia del team Racing Lions, è a 8″2. Da dire che sul complessivo del toscano pesano i dieci secondi di penalità fatti registrare al Controllo orario della prima prova speciale. Andreucci ha giocato di tattica con lo scopo di non aprire oggi la strada a tutti sulla terra della tappa più lunga dell’evento.

A soli 3 decimi da Andreucci ha chiuso quinto Piero Longhi, anche lui su Peugeot. Dietro ai primi cinque ci sono infatti il trentino Renato Travaglia, Peugeot, sesto a 27″, il sanmarinese Daniele Ceccoli, primo tra i piloti del Trofeo Rally Terra Peugeot 207 Super 2000 e settimo a 28″6, il ceco Jan Kopecky (vincitore in Salento), lontano 32″5 dalla vetta con la sua Skoda, e Umberto Scandola, nono a 33″3 anche a causa di un testacoda sulla seconda prova, al volante della nuova Ford Fiesta.

Nel Campionato Italiano Produzione è al comando Andrea Perego, Mitsubishi Lancer Evo X, davanti alla vetture gemella affidata a Maurizio Angrisani. Oggi lo start è  alle ore 8:00 per una giornata con dieci prove in totale (tre da ripetere tre volte più la prova in diretta), prima di fare ritorno a San Marino a partire dalle ore 19:45. Le prove sono quelle di Piobbico, di 11.54 km, Apecchio, di 10.50 km, e Monte Fumo, di 13.88 km. Fulcro della gara sarà Sant’Angelo in Vado, dove è previsto il Parco assistenza, mentre il Quartier generale del Rally sarà a San Marino presso il Palazzo dei Congressi.

Classifica

01. Basso-Dotta (Abarth Grande Punto) in 32’51″2
02. Rossetti-Chiarcossi (Abarth Grande Punto) a 5″1
03. Chentre-Pogliano (Peugeot 207 Super 2000) a 7″7
04. Andreucci-Andreussi (Peugeot 207 S2000) a 8″2
05. Longhi-Baggio (Peugeot 207 S2000) a 8″5
06. Travaglia-Granai (Peugeot 207 Super 2000) a 27″0
07. Ceccoli-Mirabella (Peugeot 207 Super 2000) a 28″6
08. Kopecky-Stary (Skoda Fabia) a 32″5
09. Scandola-D’Amore (Ford Fiesta Super 2000) a 33″3
10. Colombini-Ercolani (Peugeot 207 Super 2000) a 36″9


Stop&Go Communcation

Il 38° Rally di San Marino è scattato ieri pomeriggio, con la cerimonia di partenza svoltasi poco dopo le 15:30 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-030710-011.jpg CIR – San Marino – Day 1: Le due Abarth ufficiali al comando con Giandomenico Basso davanti a Luca Rossetti